Crea sito

Archive for settembre, 2011

indipezzent-meteo

Previsioni meteo di un noto terrazzinaro indipezzente nonché acconguagliato e loro verifica.
Lunedi’, 26 settembre 2011

Nord

Coperture artificiali (ottenute con aerosol semipersistenti) per tutto il giorno al Settentrione, con residua nuvolosità cumuliforme sui rilievi. Foschie di ricaduta diurne per via delle pesanti attività di aerosol notturne a bassa e media quota.
Ecco il cielo di lunedì pomeriggio:

Martedi’, 27 settembre 2011

Nord

Condizioni meteorologiche stazionarie. Cielo bianco a causa delle attività di aerosol concentrate durante le ore notturne.
Guardate come è bianco il cielo alle 8.15 di martedì mattina

Mercoledi’, 28 settembre 2011

Nord

Cielo caratterizzato da copertura indotta (vealture) per gran parte della giornata su tutte le regioni settentrionali. Foschie di ricaduta faranno da corollario a questo panorama che i servizi meteo indicano come “bel tempo”.
Ecco mercoledì mattina, ore 10

Caro Komandante-indipezzente, ho come l’impressione che tu non ne abbia imbroccata neppure una, cosa che ci viene confermata dal nostro consulente, il Prof.De Micis

(serve anche per combattere il minimo di Miaunder)
Qualche fiore per rallegrare lo spirito

Il brano musicale finale, visto che ormai siamo quasi ad ottobre

Oh, sono soddisfazioni (e cronaca della settimana)

Veniamo alla soddisfazione: qualche settimana fa ho iniziato ad usare, per riferirmi ai grandi “ricercatori”, il termine indipezzenti, confesso che l’avevo copiato da un episodio di Cattivik (non Attivissimo…). Non me lo sarei mai aspettato ma ho visto che il termine sta prendendo piede tra i debunkers, addirittura Bombarda mi ha chiesto se può usarlo come titolo per un suo blog. Sembra che sia diventato altrettanto se non più popolare di “acconguagliato” creato dall’indipezzente fratello… Come ho detto: sono soddisfazioni!
E vediamo la settimana, decisamente pesante per impegni di lavoro. Martedì mattina

Ci sono ancora nubi, coda della perturbazione di domenica-lunedì, viene anche giù, per una mezz’oretta, una pioggia leggera. Le cose cambiano nel pomeriggio

Nuvole irregolari, il vento sta pulendo il cielo.
Mercoledì poi

Alla faccia dei ricercatori indipezzenti non ci sono nubi e nemmeno scie (naturalmente tankeroni invisibili stanno spargendo scie invisibili)
Venerdì

Qualche nuvola irregolare. Ecco l’alba di sabato

ed ecco le 10 del mattino

Il cielo sembrerebbe azzurro, vuoi vedere che hanno sparso millanta tonnellate di manganese (che poi non capisco, anzi credo nessuno che conosce un po’ di chimica capisca, come può il manganese rendere azzurro il cielo)
Concludo questa rapida cronaca con il solito brano musicale che tratta uno degli argomenti preferiti dai “ricercatori indipezzenti”

(non chiedetemi chi sono i due che cantano)

domenica con la pioggia

Sabato mattina si annuncia soleggiato

ecco l’alba alle 07.10. Ma le cose sono destinate a cambiare

ecco il cielo a mezzogiorno, nubi a pecorelle che, come dice la saggezza popolare, annunciano pioggia a catinelle…
Nel pomeriggio nubi e raffiche di vento, domenica mattina:

Cielo molto nuvoloso, tuoni in lontananza, si annuncia pioggia, siccome la mia passeggiata domenicale è sacra ho telefonato subito in vaticano per chiedere che lo SMOM o il NWO mandino qualche tankerone per fermare la pioggia, almeno finchè non sono tornato a casa…Mi hanno esaudito, sono tornato senza aver preso una sola goccia d’acqua. Ma vediamo la situazione dal satellite

sono le 11.26 ora italiana e si può vedere la perturbazione che ha già passato le Alpi, infatti alle 15

Un bello scroscio di pioggia forte che, speriamo, porrà fine all’ondata di caldo.
Per concludere eccovi un bel fiore

e il brano musicale, resto in tema e vi propongo un classico della canzone italiana

Contrordine

Sembrava che l’estate e il caldo fossero finiti, invece questa settimana ci ha regalato (con poca gioia di chi è in città a lavorare e molta di chi è ancora al mare) un supplemento di caldo umido.
Ecco come tutto è cominciato

Domenica mattina, ore 7.30, una nebbia piuttosto fitta, naturalmente, secondo gli indipezzenti, causata dall’azione delle scie comiche notturne…secondo le persone normali invece la colpa è di un flusso di aria calda ed umida a contatto col terreno e l’acqua più freddi.
Di seguito giornate di cielo azzurro, temperatura piuttosto alta, anche se non arrivava ai valori della precedente ondata di caldo, ma soprattutto umidità elevata.

ecco martedì mattina, ore 8.30

Martedì verso il tramonto, ci si prepara a cenare al fresco sotto un portico in riva al Cagnan

ed ecco il tramonto.
Mercoledì poi

Il cielo arrossato dalle emissioni di Haarp…no scusate, è semplicemente l’alba.

ed ecco giovedì alle 13 circa, non si vedono nuvole, ne tampoco (mi sto mettendo a fare anch’io come zrettino, uso termini rari e desueti) scie, la temperatura è sui 30 gradi e l’umidità alta, anche se non arriva ai livelli di lunedì e martedì. Aspettiamo sabato e, soprattutto domenica, quando temporali e nubifragi, naturalmente artificiali, porranno fine all’ondata di caldo e daranno inizia al vero autunno.
Per intanto guardatevi quest’opera d’arte:

si tratta di un bassorilievo in ferro intitolato “Gente in piazza” opera, e dono alla città” dello scultore Claudio Rottin. E infine un contributo alla lotta contro il minimo di Miaunder

Questo bel micione con l’aria dignitosa.
Concludo, come di consueto, con un brano musicale, dato che siamo nel mezzo di un’ondata di caldo

“Brivido caldo”.

Falso allarme

Nel precedente post avevo paventato un’ondata di maltempo che, fortunatamente, non c’è stata. Ma vediamo il cielo di venerdì mattina, ore 7

Sembrerebbe promettere poco di buono, ma le cose sono destinate a cambiare, ecco una foto dal satellite, sempre venerdì alle 11.27 ora italiana

Come si vede la massa di nubi che copriva l’Europa centrale è sparita, si è spostata verso nord est, qui sono rimaste solo un po’ di innocue nuvolette. Sabato, ecco la foto dal satellite, ore 8.22 italiane

non dovrebbe esserci nemmeno una nuvola in cielo, e infatti ecco il cielo alle 9

niente nuvole, e neppure scie (naturalmente un ricercatore indipezzente ci assicurerà che è pieno di scie invisibili…).
Ma lasciamo perdere il cielo e veniamo alle scoperte della consueta passeggiata, in Piazzetta Botter questa statua di bronzo, fresca fresca (fino alla settimana scorsa non c’era)

non è precisato il titolo e nemmeno l’autore. L’abbigliamento e la barba incolta possono far pensare che si tratti del ritratto di uno di quei vagabondi che, molti anni fa, giravano per le campagne chiedendo un pezzo di pane e, durante l’inverno, un angolo nella stalla o nel fienile in cui passare la notte. Figure sparite (non che non ci siano più persone che chiedono l’elemosina…ma sono decisamente diverse), rimaste nella memoria di chi ha ormai un bel po’ di anni e nelle storie popolari.
Con l’umidità di questi giorni hanno cominciato a spuntare i funghi

Spero, tra un paio di settimane, di avere il tempo di andare in collina per cercare un po’ di chiodini.
Un fiore per ingentilire il post…

E per concludere, nella mia immensa bontà (??) dedico un bel brano musicale ai complottisti, sciachimisti e indipezzenti in generale. Frankie Lane interpreta “Mule train” ovvero carovana di muli…

Che dite? Che i muli potrebbero offendersi vedendosi acconguagliati a certi personaggi? Ma no, i muli sono animali intelligenti!

cielo tormentato

Tormentato non dalle scie chimiche, come dicono i ricercatori indipezzenti, ma dal fatto che l’autunno si avvicina a grandi passi e il tempo si fa instabile.
Ecco uno scorcio del cielo di lunedì, verso le 12.30

Tutt’altro che bianco ed incandescente.
Le cose sono decisamente migliori martedì alle 17.30

Si vede una bella mezza luna e anche alcune di quelle velature che, sempre secondo gli indipezzenti, sarebbero frutto e prova del complotto delle scie COMICHE.
Mercoledì niente foto, ma veniamo a giovedì, il satellite meteo fa presagire poco di buono

Immagine delle 09.36 GMT, le 11.36 italiane, più tardi

12.31 GMT, 14.31 ora italiana, si vede una bella nuvolosità che copre tutta l’Europa Centrale, fino al Mare del Nord, e che spinge un consistente prolungamento sul nord-est.
Il cielo, verso le 13, si presentava così

Grigio di fondo e percorso da nuvoloni più scuri. Per ora non è piovuto ma, se il corpo nuvoloso passa le Alpi e investe in pieno l’Italia, non credo mancheranno le piogge, vi farò sapere.
Nel post precedente, per motivi misteriosi, è sparita la foto dell’affresco sulla parete del battistero del duomo, ve lo ripropongo sperando che sia la volta buona

Vi propongo anche questo fiore, di cui ignoro il nome (in questo settore sono di un’ignoranza enciclopedica), abbondantissimo lungo le rive dei fossi e, in generale nelle zone umide.

E per concludere, dato che abbiamo parlato di cielo grigio e di autunno, ecco una canzone che mi sembra cada a fagiolo

Ancora pioggia…

Domenica 4 settembre, sembra che la pioggia abbia deciso di continuare a tenerci compagnia (a dire il vero sabato c’è stato un intervallo di tempo, se non bello, almeno sopportabile)
Ecco il cielo di domenica mattina, ore 7.30

vediamo cosa ci dicono le immagini dal satellite:

Qui sono le 06.22 GMT, ovvero le 08.22 italiane, si può vedere un bel fronte nuvoloso che si avvicina all’Italia

Qui sono le 09.26 GMT, le 11.26 ora italiana, come si vede le regioni centro-settentrionali sono investite in pieno. e infine

le 15.30 GMT, 17.30 italiane, la perturbazione investe in pieno il nord-est, e infatti

piove, e bello fitto anche, la pioggia continuerà ad intervalli, completa di lampi e fulmini, per tutta la nottata, e non è che la mattina del lunedì sarà bella serena, anche se non con la forza del pomeriggio e della notte la pioggia continuerà a tratti per tutta la mattina.
Se vi interessa le immagini del satellite meteo vengono da qui: http://www.i6bs.it/ è il sito di un radioamatore che, penso, non possa essere accusato di complicità con gli illuminati…, non dimenticavo, per gli indipezzenti chiunque sappia fare qualcosa oltre a copiare e postare scemenze è un disinformatore.
Intanto però sono riuscito a fare, senza bagnarmi, la mia passeggiata domenicale, durante la quale ho visto una cosa che mi ha fatto andare un po’ in bestia

Questi due affreschi, decisamente sbiaditi, hanno costituito per secoli l’insegna dell’osteria “ai due mori”, è stato con dispiacere che ho scoperto che, da un po’ di tempo, l’osteria ha cambiato nome, ora si chiama osteria “alle due torri”, perchè sono dispiaciuto? Perchè mi sembra un esempio di quel “politicamente corretto” che ormai ci obbliga ed essere ipocriti, a chiamare i ciechi “non vedenti” (come se cieco fosse un’offesa) e tra poco ci farà chiamare i morti “non respiranti”.
Beh, lasciamo perdere, vediamo qualcos’altro:
E infine, per la serie degli affreschi, questo affresco con Cristo ed un santo non identificato (un altro santo è scomparso), su un lato del battistero del duomo.
Concludo, come al solito, con un brano musicale adatto alla circostanza

Pioggia di settembre

Settembre è iniziato e si è fatto subito conoscere.
Questo era il cielo di mercoledì 31 agosto alle 9

azzurro, con un bel vento. Durante la notte le cose hanno cominciato a cambiare, ci sono stati parecchi lampi e la mattina, alle 8, il cielo si presentava così

Dei bei nuvoloni scuri che si sono fatti sempre più fitti

Peggio di tutto: i nuvoloni arrivano da nord-ovest, la direzione da cui solitamente arrivano i temporali. E infatti, verso le 10 comincia a piovere bello fitto con accompagnamento di tuoni e fulmini

Tra l’altro i fulmini hanno causato dei danni non indifferenti: uno ha colpito una centralina delle ferrovie bloccando per alcune ore il traffico dei treni; naturalmente, come ogni ricercatore indipezzente può confermare, i temporali con fulmini e lampi sono causati da Haarp…
Beh, visto che oggi non piove, almeno finora, guardiamo un po’ cosa offre la natura:
Fiori

Non so come si chiami ma è molto profumato


E frutti d’autunno

le nespole

i melograni

le mele
E per chiudere questa foto di un alieno fatta stamattina alle 6.20, prima del sorgere del sole.

Indovinato chi è l’alieno?
Una canzone intonata al titolo del post

Sarah Vaughan “September in the rain” (curiosità: notare i sottotitoli in giapponese)