Crea sito

Archive for gennaio, 2013

Gennaio se ne va


Ancora poche ore e gennaio 2013 sarà da consegnare agli archivi. Una breve cronaca degli ultimi giorni
pioggialun
Ecco la mattina di lunedì 28, la statua di Mario del Monaco sotto la pioggia, ma del resto non corre il rischio di prendere un raffreddore…
Lunedì sera la poggia smette e la temperatura fa un bel balzo all’ingiù, ecco come si presenta la mattina di martedì
nebbiamart
Brina e nebbia fitta, il freddo si è dato alle creazioni artistiche, guardate questi fiori di ghiaccio
ghiaccio
Bisogna anche stare attenti a dove si mettono i piedi perché in diversi punti si è formato sulla strada un velo di ghiaccio, difficile da vedere, e il rischio di fare un bel ruzzolone è forte, tra l’altro tra notte e mattina, per questo motivo si sono verificati parecchi incidenti stradali.
Naturalmente si tratta di nebbia di ricaduta, rilasciata dai tankeroni, questa foto lo prova oltre ogni dubbio
nebbia2
Come dite? Che la nebbia si alza dall’acqua del fiume? Ma no, è tutta un’illusione causata dai gigabite di watt di haarp, i ricercatori indipendenti indipezzenti ci assicurano che si tratta di nebbia elettroconduttiva contenete alluminio, bario, renio ecc. e chi siamo noi per mettere in dubbio le loro affermazioni?
Mercoledì: l’alta pressione mantiene l’aria ferma, non piove ma c’è una cappa grigia di foschia e nuvole basse
cielomerc.
La qualità dell’aria peggiora, chissà quanti micron/metro cubo di polveri sottili ci saranno.
Apro una parentesi: qualcuno ha osato deridere un celebre ricercatore indipendente indipezzente che misura le polveri sottili in micron/metro cubo, ebbene, i dileggiatori si sbagliano! Il noto prof. Motela Contogiusta dell’università di Bitonto assicura che queste misurazioni sono esatte, infatti il sofisticatissimo apparecchio impiegato raccoglie le particelle di polvere presenti in un metro cubo d’aria, le mette in fila e poi misura la lunghezza della fila…presto verrà introdotta una nuova unità di misura: il volt/quintale che servirà per misurare l’intensità delle piogge!
Giovedì il cielo accenna un po’ ad aprirsi
cielogiov
Speriamo bene!
Una cosa curiosa, guardate questo volantino
comizio
Notate niente di strano? Ad esempio la scritta in basso a sinistra ingresso libero, in tanti anni che sono a questo mondo ho assistito a comizi di (in ordine alfabetico per non far torto a nessuno) Almirante, Berlinguer, Bossi, Craxi e tanti altri, ebbene: mai mi è stato chiesto di pagare per accedere ad una pubblica piazza ed assistere ad un comizio…non è che qualcuno stia confondendo la politica con lo spettacolo e i comizi con le esibizioni?
Contro il minimo di miaunder
micio
I gatti in carne ed ossa continuano a starsene rintanati. E guardate questa specie di jungla
giungla
Non è altro che un po’ di muschio e di erba che crescono nell’interstizio tra due pietre…
E per concludere, visto che siamo a carnevale

Musica bellissima anche se triste.

Giornata della memoria


Oggi è il 27 gennaio, giornata dedicata al ricordo di coloro che perirono nei campi di sterminio.
Ho pensato bene iniziare questo post con un filmato che dovrebbe servire da monito a coloro che negano l’olocausto e ai buffoni indipezzenti che, per sostenere le loro fandonie blaterano di genocidi ed olocausti causati dalle scie chimiche o da altre stronzate del genere.
Fatto questo primo doveroso omaggio alle vittime dell’odio razziale passiamo alla consueta cronaca della settimana.
nebbialun
Lunedì inizia con una fitta nebbia, naturalmente chimica e di ricaduta…che persisterà più o meno per tutta la giornata.
Martedì tempo decisamente brutto, mercoledì le cose cominciano ad aggiustarsi, ma per vedere una giornata veramente bella bisognerà aspettare venerdì
cieloven
Potete vedere che cielo bianco abbagliante, lattiginoso e sfregiato dalle scie…(non se n’è vista una in tutto il giorno).
cielosab
Giornata di sabato: cielo sempre azzurro, la temperatura, grazie alle notti serene, si sta abbassando.
Ecco la mattina di domenica, poco prima dell’alba, ci sono -4 C°, ma impavido esco per vedere come vanno le cose
albadom
Intanto è arrivato carnevale, ecco il trenino per i bambini
trenino
E piazza dei signori cosparsa di coriandoli e stelle filanti
carnevale
Anche gli animali continuano la loro vita:
cormorano
Un cormorano che, dopo molti tentativi, sono riuscito a fotografare in modo decente, di solito si immerge proprio nel momento dello scatto. Mi hanno riferito che c’è una grossa colonia di questi uccelli nella “palude maggiore” alla foce del Sile, questo deve essere arrivato in avanscoperta alla ricerca di nuovi territori, potremo trovarci di fronte ad un’invasione di questi uccelli con problemi di convivenza con quelli che già abitano il fiume.
nutria
E a proposito di immigrati: le baby nutrie stanno crescendo e visto che nella famigliola c’erano 6 piccoli tra poco cominceranno a scavare nuove tane lungo le rive dei canali con problemi per la stabilità degli edifici.
Dato che fa freddino i mici, persone intelligenti, se ne stanno a casa al caldo, quindi per la consueta lotta contro il minimo di miaunder faccio ricorso ad un quadro:
mici
E per concludere un brano musicale adatto per la giornata della memoria

Settimana d’inverno


Questa è stata proprio una settimana invernale
pioggialun
Lunedì è iniziato con la pioggia, martedì mattina non pioveva, ma il cielo non prometteva niente di buono.
cielomart
E infatti si è rimesso a piovere, ed ha continuato praticamente per tutto mercoledì.
Giovedì mattina non pioveva…
nevegiov
…nevicava.
Venerdì ci ha concesso una tregua
cieloven
In lontananza si possono vedere le montagne coperte di neve. Tra venerdì e sabato crollo della temperatura. Ecco l’alba di sabato mattina
albasab
Il sole si fa vedere sui prati coperti di brina. E se ci fossero dubbi sul fatto che la notte è stata fredda (-4) ecco qua
ghiaccio
ghiaccio2
Quella roba bianca che si vede nelle foto non sono cristalli di barialluminato di titanio con uno spruzzo di manganese, e nemmeno morgelloni controllati da haarp, si tratta di cristalli di ghiaccio.
Il consueto contributo contro il minimo di miaunder
micio
E per concludere:

Canta Nada ( che fine ha fatto? E’ un’eternità che non ne sento più parlare).

…tutte le feste porta via…


..naturalmente la befana!
befana
Ecco, in esclusiva, una foto della simpatica vecchietta che si riposa dopo aver portato doni in giro per il mondo. Mi dicono che in un terrazzino di San Remo ha lasciato un misuratore di polveri sottili, per far felici due noti fratelli indipezzenti.
Ma passiamo oltre
albabefana
Ecco l’alba del giorno della Befana.
magi
Nei presepi sono arrivati i re magi (ma poveracci, un lungo viaggio a dorso di cammello per poi restare nel presepe un giorno solo, dato che domani si smantella tutto)
Viene fuori una bella giornata di sole e c’è chi se la gode
pettirosso
Attenzione, la mia esperienza in proposito mi dice che quando i pettirossi si fanno vedere in giro, in inverno, il tempo cambia, e in peggio.
cielolun
E infatti lunedì le cose cominciano a mettersi al brutto
Da martedì a venerdì il cielo sarà coperto da nuvole grigie, e soprattutto non ci sarà vento, per cui la qualità dell’aria peggiorerà, in questi 4 giorni il cielo è stato così
cielomart
Naturalmente colpa dei tanker che rilasciano scie chimiche, eccone qui uno, abilmente mimetizzato che sta rilasciando due scie a bassa quota
sciechimiche
Sabato mattina le cose sono cambiate
albasabato
Le nubi compatte sono state spazzate via dal vento e in cielo è un succedersi di nuvole in movimento con squarci di azzurro, l’aria non è più ferma, la temperatura è scesa e la notte siamo tornati sottozero.
sabato
Aspettiamo la perturbazione annunciata dai meteorologi, quelli veri non gli indipezzenti e intanto diamo il consueto contributo contro il minimo di miaunder
micio
A risentirci e tanto per ricordare che in qualche parte l’inverno è davvero freddo

Come passa il tempo!


In un batter d’occhio siamo nel 2013, superati i timori per la fine del mondo ci restano le solite risate alla faccia dei ricercatori indipendenti indipezzenti. Ma facciamo una rapida panoramica di questi giorni
cielodom
Domenica 30 dicembre, cielo azzurro, giornata di sole anche se freddina, passeggiata a sfondo culturale, ecco la destinazione, questo edificio detto “Il portello”, ora affidato alle cure dell’ANA (associazione nazionale alpini, coinvolti anche loro nel megacomplotto…) ospita diverse mostre, in questi giorni c’è una mostra di presepi realizzati con materiali poveri dagli alunni delle scuole della provincia.
portello
Ah, se qualcuno è curioso, il nome portello deriva dal fatto che, nei secoli passati, il fiume passava giusto davanti alla porta dell’edificio e qui c’era uno sbarramento per i battelli che dovevano entrare in città, insomma bisognava pagare un pedaggio…
Ma vediamo qualcuno dei presepi in mostra:
presepio1
oresepio2
presepio3
presepio4
Mi sembrano dei bei lavori, in particolare l’ultimo realizzato con i sassi.
Il 2013 si apre all’insegna del cielo azzurro, c’è questa strana cosa, chissà cosa sarà, forse un ammasso di morgelloni?
luna1
Questa coppia, che non si offende se li chiamate cornuti, passeggia sull’erba bianca, forse per colpa delle irrorazioni clandestine di bario, o forse per colpa della brina
cprefine
Nel pomeriggio il cielo comincia a diventare più animato
cielomartpom
Osservate le nuvole provocate, naturalmente dall’azione di haarp sulle scie chimiche…qualcuno mi dice che sono cirri e che annunciano un cambiamento del tempo…infatti mercoledì
pioggiamerc
Dal cielo grigio cadeva una pioggia sottile ed insistente che rendeva lucido il selciato sul quale si riflettevano i lampioni. Stringendo in bocca il cannello della pipa spenta, avvolto nel cappotto umido, la bombetta in testa, il commissario Maigret camminava lungo Rue Sainte Cecile…
Ecco, le giornate come questa mi hanno sempre fatto venire in mente questo brano, sono stato convinto, per anni che fosse l’incipit di un romanzo di Simenon, ma recentemente ho potuto controllare tutte le inchieste di Maigret pubblicate da Adelphi ed ho potuto constatera, con mio grande stupore, che questo preciso brano, con il seguito che ricordo bene, non compare in nessuno dei romanzi…strani scherzi che la memoria gioca ai lettori.
cielogiov
Ecco giovedì, il cielo è tornato azzurro anche se non mancano i cirri, qualcuno con strane forme come quello della foto.
cieloven
Venerdì: cielo azzurro sullo sfondo del nuovo centro dirigenziale sorto all’immediata periferia della città, sul luogo in cui c’era un complesso industriale abbandonato.
E ora guardate queste bestiole:
nutrie1
A prima vista sembrano tre ratti, in realtà sono qualcosa di meno repellente, anche se alla lunga possono rivelarsi dannose, si tratta di piccoli di nutria.
nutrie2
Eccoli a nuoto seguendo la mamma (o il papà, non conosco le abitudini familiari)
nutrie3
nutrie4
Per finire mamma (vedi sopra) nutria in primo piano.
Non è che per guardare le nutrie mi sono dimenticato del minimo di miaunder
micio
E per concludere, visto che il tempo passa, una canzone in tema, carica di malinconia