Crea sito

Archive for maggio, 2010

Ultima domenica di maggio

Eccoci giunti all’ultima domenica di maggio

sono circa le 8 del mattino e dal ponte S.Martino il cielo appare grigio, ma non importa, fidando nella promessa dello SMOM di non far piovere almeno fino alle 10 armo la prora e vado verso il mondo (licenza poetica, Zret tie!!!)

Riviera Regina Margherita, ho sempre provato una forte invidia, non mi vergogno di dirlo, per i proprietari di questa casa e di questi terrazzini…

Ponte Dante, gia ponte dell’impossibile, alla confluenza del Cagnan con il Sile.

Battello-ristorante “Sottovento” al “Ponte dela Goba”. Cielo grigio ma con il sole che ogni tanto fa capolino.

Chiesa di S.Maria Maggiore (Madona Granda)

Casa medioevale in piazza S.Maria Maggiore.

Uno dei canali del Cagnan, e per concludere

Il Cagnan grande o della pescheria visto dal ponte Dante. E anche per oggi la rituale passeggiata domenicale è stata fatta, non c’è stata pioggia, non si sono viste scie, non c’è in aria odore di zolfo.
Buona domenica a tutti e a risentirci

si va sulla montagna con scie morgelloni e covoli

Venerdì 28 maggio, escursione in Val Lamen, Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi

Siamo al punto di partenza 600 m di altezza, cielo nuvoloso, c’è anche una scia!!

Le cose si mettono male, ecco lungo la strada…

un disinformatore direbbe che è un lumacone, ma un vero ricercatore indipendente ci assicura che è un morgellone rilasciato con le scie!
Ma noi, sprezzanti del pericolo, procediamo recitando la nostra preghiera allo SMOM!

Potete vedere come il bosco sia ridotto ad una landa desolata, dite che non vi sembra? Nemmeno a noi! Ma così ci assicurano i soliti ricercatori.

Cammina e cammina abbiamo raggiunto i 943 m di quota, questa sporgenza di roccia è il “Covol Tonin”, un tempo rifugio per gli uomini preistorici.

Ancora una mezz’ora di marcia ed ecco il “Covol Tomas” altro antico insediamento preistorico.

Da qui una panoramica della valle (naturalmente desolata…), sullo sfondo l’abitato di Pedavena.

Sulla via del ritorno, ecco il torrente che percorre la valle.

Sulla via del ritorno, sosta a Pedavena per uno spuntino e un boccale di birra nella rinomata birreria locale. Sono le 17, nonostante il cielo sia stato nuvoloso per tutto il giorno non è caduta una sola goccia di pioggia (debbono aver inviato i tancheroni come avevo richiesto), comincerà a piovere tra una mezz’ora, quando, per fortuna, saremo all’asciutto sulla via del ritorno.

Passeggiata domenicale

Dato che la prossima settimana avrò un sacco da fare, mi sono raccomandato presso lo SMOM e l’NWO di far venire fuori una bella mattinata serena.

Ecco qui, ore 7.40, un cielo sereno e blu, oltre ad aver disperso le nuvole hanno mandato dei tankeroni che spargono ossido di cobalto per colorare il cielo di blu.

c’è chi approfitta dell’occasione per portare la prole a prendere un po’ d’aria.

Canale dei bastioni di SS.Quaranta.

Tankerone che sta spargendo ossido di cobalto (io però avevo chiesto di spargere polvere di lapislazzuli, fa tutto un altro effetto…)

Terrapieno delle mura con ippocastani, una delle migliori zone della città per una passeggiata.

Osteria “All’antica colonna”, per decenni locale tipico e malfamato, fallita in pochi anni (attualmente chiusa) dopo essere stata trasformata in locale elegante…

L’arma tettonica dello SMOM, nascosta nella corte della casa del podestà…
A risentirci alla prossima passeggiata!

Grazie Inpdap…

Stamattina cielo minaccioso

Sono le 7.00 e sembra debba tornare la pioggia, proprio oggi che ho il pomeriggio libero e posso fare una bella passeggiata. Provo a contattare lo SMOM per vedere se ha qualche tankerone disponibile per un’operazione di scioglimento nuvole. Lo SMOM non risponde, cosa posso fare? Ecco la soluzione:

Sono anche loro nel complotto no? E infatti in poco tempo, senza che si vedano ne tankeroni ne scie (forse avranno usato HAARP) le cose cambiano radicalmente:
Ecco alcune foto, con vista del cielo, dalle 15.00 alle 16.30

Fossa urbana esterna.

Arco del vescovado

Ponte delle tripperie

Facciata di casa affrescata

Piazza del quartiere latino (università).
Come vedete i cospiratori non abbandonano i loro seguaci…
A risentirci alla prossima passeggiata.

Come lo chiamereste questo colore?


Uno scorcio di cielo alle 10.00 di stamattina, non si è vista una scia nemmeno a pagarla. Ad uno sguardo di disinformatore direi che il cielo è azzurro…

Mamma e rampolli, cirri, scie

Vi ricordate di mamma cigno? ne ho parlato ieri, eccoci qui ad una nuotata assieme ai piccoli che non sono nè 5 nè 6, ma addirittura 7!

Quello che, stranamente, non si fa vedere è il maschio, di solito è sempre in zona per proteggere i piccoli.

Sono circa le 6.20
Alle 8.00 guardiamo il cielo: molto azzurro con parecchi cirri

La temperatura in quota deve essere decisamente bassa, ci sono le condizioni per la formazione di scie permanenti. Eccone una delle molte che si formeranno sin verso mezzogiorno.

Nel pomeriggio invece cielo con molto azzurro e nuvole di passaggio, niente morgelloni o nanomughi e nemmeno cielo bianco lattiginoso.

Passeggiata, lieto evento, scia e SMOM

Stamattina, finalmente non piove, anche se il cielo è mosso con nuvole e squarci di sereno.

è il momento di farsi una nuotata in compagnia, oppure di cercare qualcosa da becchettare…

Ma un momento, vi ricordate che vi ho mostrato più volte la signora cigno intenta alla cova? Bene, la cova è finita ecco mamma cigno con 5 (almeno tanti sembrano da lontano, ma potrebbero anche essere 6) piccoli. Presto conto di mostrarvi la famigliola intenta a nuotare.

Ma proseguiamo la passeggiata

Su questo canale cielo nuvoloso con squarci di azzurro

e anche in questa visione dell’ex ospedale ora sede dell’università.
Ma attenzione!!!

Una terribile scia comica, forse è a 1561 m, se avessi il telemetro ve lo saprei dire, in ogni caso siamo in pericolo! Possibile che lo SMOM abbia abbandonato un suo disinformatore?

ma no, proprio qui a due passi c’è la chiesa di S.Gaetano, già chiesa della commenda del Sovrano Militare Ordine di Malta, come si vede anche dallo stemma nell’affresco (molto rovinato) del frontone

Si sa che le sedi, o ex sedi dello SMOM irradiano raggi nodalcatafurgici che proteggono i sodali dell’associazione da morgelloni, nanumughi, bario ecc.ecc.

Infatti da questa foto (Cagnan) vediamo che il cielo non è cambiato.
Speriamo solo che abbia finito di piovere!

pioggia e templari, anche cavalieri di Malta

Dato che oggi piove, non avendo di meglio da fare, vi propongo alcune foto fatte durante la visita alla chiesa templare di Tempio di Ormelle (TV), almeno quel giorno,28 aprile, c’era il sole…

una seconda visione della chiesa:

Il campanile ed il corpo della chiesa sono stati costruiti all’epoca dei templari, il porticato nel 14° secolo, dopo che l’ordine templare era stato soppresso e la “mason” era passata ai cavalieri di Rodi, quelli che un tempo erano gli ospitalieri e poi sarebbero diventati il Sovrano Militare Ordine di Malta (Proprio il terribile SMOM, secondo alcuni alla testa di un megacomplottomondiale…). In seguito fu aggiunta la parte absidale.

Sopra la pianta della “Mason” come appariva nel 1788, da un documento dell’epoca del Sovrano Ordine, attualmente rimangono in piedi solo la chiesa e l’edificio alla sua sinistra.

Stemma, molto rovinato, dell’ordine di Malta, ritrovato durante l’opera di restauro, coperto da un precedente intonaco.
Ed ora il maggior soggetto di discussione di tutto il complesso:

questo affresco, molto danneggiato, si trova sul lato sinistro della chiesa. Ne ha parlato anche la rivista “Focus”. Secondo un’interpretazione templar-cospirazionistica, quella che vuole i templari possessori di segreti sulla storia del cristianesimo e legati all’eresia catara, l’affresco raffigurerebbe la nascita di un figlio di Gesù e Maria Maddalena. Secondo altri rappresenterebbe la Morte della Madonna. Secondo me… è ben difficile dare un’interpretazione di un’immagine in queste condizioni.
Per completare la storia del complesso: rimase ai cavalieri di Malta sino al 1797, quando Napoleone, dopo aver posto fine alla storia millenaria della Serenissima, vendette, come sua abitudine, tutto ciò su cui era riuscito a mettere le mani. Vi fu poi una serie di cambiamenti di proprietà alla fine la “Mason” fu acquistata dal vescovo di Vittorio Veneto e la chiesa divenne una chiesa parrocchiale.

Un buon presagio?


ore 17.30 del 13 maggio, dopo un temporale, completo di nubifragio e grandine, durato all’incirca dalle 15.30 alle 17.15, ecco un arcobaleno, che si possa sperare che il maltempo stia finalmente per finire?

domenica 9 maggio, passegiata e cielo variabile

Passeggiata mattutina, il cielo, almeno per ora, promette bene:

8.40, campo San Parisio

0845, ponte San Francesco, il cielo è sempre azzurro, anche se con qualche nuvoletta.

Canale dei Buranelli

Casa di Giovanni Comisso sul Canale dei Buranelli.

09.00, Via Roggia, comincia a farsi vedere qualche nuvola minacciosa

09.30, Borgo Cavour, mercatino dell’artigianato, nuvoloni grigi avanzano…

09.50 i nuvoloni grigi occupano buona parte del cielo.

e per finire in bellezza: ore 10.00 ecco una scia, ad occhio e croce non è a 1561 m ma un po’ più sopra, passa sopra la nuvola…
E per oggi fine della passeggiata.

Pagina successiva »