Crea sito

Archive for ottobre, 2014

Olè Gonzalo!

Amici lettori, eccomi con una nuova cronaca del cielo, del tempo e di tutto il resto.
dommat
Ecco la mattina di domenica 19 ototbre, il cielo è azzurro con solo un po’ di foschia.
foglia
Una foglia morta è sospesa ad un “polimero di ricaduta”, nella foto non si vede ma ha tutta l’aria di essere un filo di ragnatela.
lunmat
Lunedì mattina le cose sono completamente cambiate: nebbia, foschia, cielo grigio ed umidità all’80%
martmat
Martedì mattina stessa situazione.
sole
Il sole si fa vedere, molto velato, tra le nubi. Aspettiamo l’arrivo dell’uragano Gonzalo sperando non combini troppi guai. Arriverà a sera e, almeno qui, non combinarà guai, si limiterà ad un temporale non violento, a vento e ad un abbassamento della temperatura.
mercmat
Mercoledì mattina, Gonzalo è passato e si è portato via le nuvole e la nebbia, l’aria è tersa, la temperatura ha avuto un brusco crollo passando da una minima di 14-15 gradi a 7-8 gradi, tirato fuori i vestiti pesanti e messo una coperta in più sul letto.
mercmat2
Un altro scorcio del mercoledì mattina.
monti
L’aria è limpida e pulita, si vedono perfettamente le montagne, l’umidità è scesa al 50%.
mercpom
Mercoledì pomeriggio: cielo blu con qualche nuvola leggera, in quota ci deve essere un bel vento.
giovmat
Giobedì mattina, è più o meno l’alba, cielo azzurro con appena un po’ di nuvole verso ovest.
micio1
Approfittiamone per goderci il sole…
micio2
Un altro micio visto che nel precedente post non ce n’erano (e sono stato rimproverato per questo).
venmat
Venerdì mattina il bel tempo tiene anche se nel pomeriggio ci sarà qualche accenno di cambiamento.
sabmat
Sabato mattina inizia con un cielo incerto che però andrà schiarendo con l’avvanzare della giornata.
La notte le temperature scendono un bel po’, tra l’altro con l’umidità e le temperature realtivamente alte di prima e l’improvviso abbassamento mi sono preso un bel raffreddore…
Beh, visto che si parlava di Gonzalo vi lascio con Hernando

A risentirci.

Oggi si vola

Cronaca di un’escursione a Nervesa della Battaglia, mercoledì 15 ottobre.
Mattino: il cielo è grigio, confidiamo nelle previsioni meteo che danno bassa probabilità di pioggia, poi il NWO ci ha assicurato che farà spargere miriadi di tonnellate di cloruro di rodio per fermare eventuali precipitazioni.
piave
Sono circa le 9, eccoci in riva al Piave, cielo imbronciato. Mettiamoci in marcia:
eustacchio1
Ruderi dell’abazia di S.Eustacchio. Fondata nel 1062 in una posizione strategica, su di una preesistente fortificazione romana, l’abazia è stata danneggiata e risistemata più volte, il colpo di grazia però lo ha dato la prima guerra mondiale dato che in questa zona passava, dopo Caporetto, la linea del fronte. Da allora nessuno l’ha più ricostruita, anzi le rovine sono state per diversi anni utilizzate dalla popolazione come “cava” per ricavarne pietre e mattoni, solo recentemente si è avviata un’azione di recupero dei ruderi.
eustacchio2
Un’altra foto delle rovine, si osservi il cielo con nuvole sicuramente innaturali…è lo smom che sta usando haarp per bloccare la pioggia.
mausoleo
Il mausoleo dei caduti durante la battaglia del solstizio (giugno 1918).
cannone75
Un pezzo da 75 mm a lato dell’ingresso.
sanraffaele
Dall’alto del mausoleo si può vedere, un po’ offuscato, il castello di San Raffaele a Susegana, piazzaforte, un tempo, dei conti di Collalto.
jonathan
Ed eccoci al campo di aviazione “Francesco Baracca”, riservato agli ultraleggeri, qui ha sede la fondazione Jonathan che restaura e ricostruisce aerei d’epoca.
decollo
Un ultraleggero pronto al decollo, oltre gli alberi sullo sfondo scorre il Piave.
tiger
Un De Haviland Tiger Moth, aereo originale del 1934, solo il motore è stato cambiato.
foker
Un Foker DR1, l’aereo del leggendario Barone Rosso, completamente ricostruito.
tiger2
Il Tiger Moth da un’altra angolazione
tiger3
Un secondo Tiger Moth
foker2
Il Foker da un’altra angolazione. E’ giunto il momento dell’esibizione in volo:

Tre foto durante il volo:
volo1
volo2
volo3
Nell’hangar, originale inglese della prima guerra mondiale restaurato, ci sono altre sorprese:
bleriot
Un monoplano Bleriot, copia perfetta di quello che nel 1909 effettuò la prima trasvolata della Manica, questo aereo ha ripetuto l’impresa per ricordare il centenario.
caproni
In costruzione una copia del Caproni 33, la fortezza volante della prima guerra mondiale.
caproni2
Visto da un’altra angolazione, quando sarà pronto cercherò di venire a vederlo volare.
E per concludere un brano a tono, anche se credo di averlo già proposto diverso tempo fa.

Umidità

Eccomi qui con voi per una delle consuete cronache. Cominciamo con domenica 5 ottobre.
dommat
La mattina si apre con cielo blu e sole, per ora sembra che il bel tempo intenda continuare.
mercatino1
Il mercatino della creatività…
mercatino2
beh, anche questa è creatività!!
bolide
In mostra un bolide d’epoca, non sono riuscito a scoprire da chi sia stato costruito, probabilmente un esemplare unico.
bolle
In piazza un artista di strada produce bolle di sapone.
lunmat
Lunedì mattina, tempo ancora bello
micio
Incontro con un micio dall’aria imbronciata (e foto un po’ mossa)
funghi
L’autunno porta funghi
ciclamini
e ciclamini.
martmat
Martedì mattina, il bel tempo è finito: foschie, nuvole grigie. Si suda non per il caldo ma per l’umidità attorno all’80% e più.
mermat
Mercoledì mattina: il sole si affaccia tra nuvole grigie, umidità sempre alta.
venmat
Venerdì mattina: umidità, foschia e, a tratti, una pioggia leggera.
ediltrophy
Nel pomeriggio, sotto un tendone, si svolge la “Ediltrophy” gara di costruzioni sponsorizzata dalla scuola professionale per il settore edile.
Sabato giornata strana…inizia verso le 7 con una nebbia abbastanza fitta e cielo grigio poi…
sabmat1
verso le 9 cielo sgombro ed azzurro, ma non è finita: attorno a mezzogiorno di nuovo nuvole e pioggia debole, poi, verso le 16
sabpom
si rifà vedere il sole. Il pomeriggio è dedicato al teatro: “Il tacchino” commedia di Feydeau, storia di tradimenti, presunti tradimenti e ripicche…
teatro1
teatro2
tetro3
teatro4
Alla fine tutto s’aggiusta, più o meno, e tutti sono contenti…tranne il tacchino.
Alle 19, all’uscita dal teatro, tanto per cambiare, piove.
Oh, mi ero dimenticato il consueto video musicale, rimedio subito ecco Mina con “L’uomo dell’autunno”, in tema con la stagione.

Ottobre

Il tempo passa, le stagioni cambiano ed io sono sempre qui con le mie cronache. Prima di passare in rassegna l’ultima settimana vi propongo il filmato con le decorazioni delle vetrine per il TCBF 2014:

Ed ora vediamo un po’ come sono andate le cose. Settembre, dopo essersi comportato male, ha deciso di concederci un po’ di belle giornate proprio alla fine.
dommat
Ecco la mattina di domenica.
tankerone
In piazza è parcheggiato un tankerone, forse in attesa di andare a spargere scie chimiche…(in realtà è il 75° anniversario del 51° stormo caccia, un tempo con base a Treviso, aeroporto di S.Giuseppe, ora spostato di una decina di chilometri a Istrana).
pompieri
Nel pomeriggio i vigili del fuoco fanno lezione su come spegnere gli incendi.
lunmat
Lunedì mattina: cielo azzurro con qualche nuvoletta, panoramica di piazza Rinaldi misteriosamente sgombra di auto parcheggiate.
martpom
Martedì pomeriggio, il bel tempo resiste anche se le nuvole stanno aumentando.
mercmat
Mercoledì mattina: ottobre si annuncia male, piove anche se non forte, e continuerà sino a sera.
giovmat
Giovedì mattina le cose sono completamente cambiate, giornata bellissima, cielo limpido.
giovmat2
L’aria limpida permette di vedere le montagne. E la sera:
moon
La luna a metà.
venvic
Venerdì pomeriggio, a Vicenza, ancora cielo azzurro (ma quanto manganese avranno sparso?) con poche nuvole.
pisolino
C’è chi approfitta delle pietre scaldate dal sole per farsi un bel pisolino.
8con
Sabato: altra bellissima giornata, Sul Sile si allena un “otto con”.
sabpom
Ed ecco il cielo di sabato pomeriggio, nuvole vagabonde percorrono un cielo azzurro.
strada1
Strani personaggi si aggirano per il centro…
strada2
Si tratta di artisti di strada, è in corso una manifestazione dedicata alla creatività.
ghenga
Ecco un gruppo di musica-cabaret, vestito in modo abbastanza lugubre, si tratta della “Ghenga fuori posto”.
E con questo anche per oggi vi saluto e vi lascio con Lucio e una canzone adatta alla stagione.