Crea sito

domenica con la pioggia

Sabato mattina si annuncia soleggiato

ecco l’alba alle 07.10. Ma le cose sono destinate a cambiare

ecco il cielo a mezzogiorno, nubi a pecorelle che, come dice la saggezza popolare, annunciano pioggia a catinelle…
Nel pomeriggio nubi e raffiche di vento, domenica mattina:

Cielo molto nuvoloso, tuoni in lontananza, si annuncia pioggia, siccome la mia passeggiata domenicale è sacra ho telefonato subito in vaticano per chiedere che lo SMOM o il NWO mandino qualche tankerone per fermare la pioggia, almeno finchè non sono tornato a casa…Mi hanno esaudito, sono tornato senza aver preso una sola goccia d’acqua. Ma vediamo la situazione dal satellite

sono le 11.26 ora italiana e si può vedere la perturbazione che ha già passato le Alpi, infatti alle 15

Un bello scroscio di pioggia forte che, speriamo, porrà fine all’ondata di caldo.
Per concludere eccovi un bel fiore

e il brano musicale, resto in tema e vi propongo un classico della canzone italiana

Comments

  1. Margotti Street
    settembre 19th, 2011 | 09:26

    La perturbazione è stata pesante ed ha abbassato significativamente la temperatura. Certo però che devi essere un agente importante per ottenere sempre provvidenziali interventi a salvaguardia delle tue passeggiate! Tanto di cappello! Vuol dire che, in caso di necessità, chiederò la tua mediazione. Il bel fiore è una delle tante varietà di ibisco e Modugno è sempre un grande.
    Ciao.
    P.S.= mi ha preoccupato la notizia della presenza della zanzara portatrice della febbre del Nilo. Ma come sarà arrivata? Va bene, lo so, le paracadutano con gli aerei chimici, ma non posso espormi: anch’io devo far finta di non saperlo!

  2. madblog
    settembre 24th, 2011 | 16:02

    Sai com’è, in famiglia siamo sempre stati attenti ad essere ben piazzati, così ho lo zia cardinale, un cugino nel governo, un altro all’opposizione, insomma ho sempre qualcuno a cui raccomandarmi.
    Quanto alla febbre del Nilo proprio giovedì è stato segnalato un quarto caso. Le zanzare probabilmente sono arrivate per via aerea…non spruzzate dai tankeroni ma infilate nel bagaglio di qualche turista, visto che le vacanze sul Mar Rosso vanno tanto di moda; per fortuna la temperatura sta scendendo e i primi freddi dovrebbero eliminare definitivamente le zanzare esotiche.