Crea sito

Archive for settembre, 2010

Ultima domenica di settembre

Ed eccoci all’ultima domenica di settembre, ma prima di parlare di altro diamo un contributo contro il minimo di miaunder, è da un po’ che ce ne siamo dimenticati

Reso questo doveroso omaggio ai nobili felini proviamo a partire per una passeggiata, la notte, tanto per cambiare è piovuto e il cielo, verso le 8.30, sembra non promettere bene

L’autunno è proprio cominciato, quando questi tankeroni cominciano ad arrivare in massa sul fiume vuol dire che l’estate è finita…

Fino a marzo potremo assistere a litigi con gli abitanti stanziali, anatre e folaghe, cui contenderanno ogni boccone di cibo, il tutto con un fracasso infernale, una vera gioia per chi vive vicino al fiume… Di passaggio per il centro questo affresco che rappresenta il “sole eucaristico” Tema molto comune negli affreschi delle case, in questo caso accompagnato da quelli che sembrano essere due angeloni barocchi.

Ed eccoci sui bastioni, uno sguardo al cielo verso sud, si è decisamente schiarito.

Verso nord si vedono ancora nuvole, ma l’aria è limpida e si vedono le prealpi ad una quarantina di chilometri di distanza.
Spostiamo un momentino lo sguardo dal cielo alla terra

La pioggia ed il vento hanno fatto cadere un bel po’ di foglie e di “castagnoni” o castagne d’India o “castagne matte”, in parole povere i frutti dell’ippocastano, in questa stagione, se tira vento, è bene non passeggiare qui, il rischio di prendersi un riccio in testa è piuttosto serio.
Il consueto omaggio floreale

Un profluvio di ciclamini nel giardino di una villa abbandonata.
Bene, la passeggiata domenicale è finita, speriamo che la settimana che sta per iniziare sia migliore di quella passata e che ci permetta di percorrere altre strade, magari anche questa:

settimana pesante, pioggia e ragni volanti

La settimana iniziata lunedì 20 e conclusasi ieri è stata decisamente pesante, quindi ho dovuto lasciar perdere il blog e limitarmi a qualche intervento sui blog altrui. Per continuare in bellezza la notte tra venerdì e sabato è piovuto a dirotto e stamattina il cielo non incoraggiava certo alla consueta passeggiata, quindi solo una breve e rapida uscita.
Verso le 9.00 il cielo a est si presentava così:

Decisamente poco invitante. Un’oretta dopo però, verso ovest le cose erano messe meglio:

si vede un bello squarcio di azzurro, speriamo che, come anche nelle previsioni, domani mattina le cose siano decisamente migliori. Per intanto è cominciato l’autunno e cominciano a farsi vedere anche i funghi, guardate questo

Una vescia bella grande, cresciuta in 24 ore, sono passato di lì venerdì mattina e non ce n’era traccia.
Approfittando del tempo incerto ho finto di lavorare per mettere in ordine la biblioteca, come al solito mi sono fermato dopo poco a guardare un volume ritrovato:

“Le invenzioni di Dedalo” di David E.H.Jones, edito da Zanichelli nel 1988 (ISBN 88-08-05390-3, se a qualcuno interessa…), una raccolta di articoli apparsi originariamente sulla rivista “New Scientist” , il brano che mi ha colpito è a pag 172

Secondo l’autore (come secondo molti altri autori) i RAGNI VOLANTI ESISTONO, ci sono anche due pagine di formule matematiche che spiegano come sia possibile volare appesi ad un filo (non le riporto per motivi di copyright, ma se qualche fisico, biologo o ingegnere meccanico vuole può andarsele a vedere sul libro…)

Riporto il discorso perchè tra poco inizierà la stagione delle ragnatele penzolanti e verrà fuori qualcuno a dire che i ragni volanti non esistono e che i filamenti sono “polimeri di ricaduta”*.
Naturalmente il libro è falsificato, realizzato nel laboratorio falsificazioni dello SMOM-NWO sull’Isola di Man.
Ciao a tutti

*La definizione “polimeri di ricaduta” si adatta perfettamente ai fili di ragno: sono formati da materiale proteico e le proteine sono dei polimeri, inoltre poichè, dopo essere stati prodotti dai ragni, salgono nell’aria portati dal vento e poi scendono a terra nuovamente il termine “ricaduta” descrive perfettamente il loro comportamento…

Domenica

Sabato disastroso, pioggia dalla mattina alla sera, domenica mattina le cose sembra si stiano risistemando, cielo verso sud-est (direzione in cui si allontana la perturbazione)

Ci sono ancora nuvole sparse, giriamoci di 180 gradi e vediamo cosa succede a nord-ovest

Il cielo ha l’aria di essere azzurro…si noti la desolazione causata dalle scie chimiche, quelli che sembrano alberi in perfetta salute sono invece tronchi spogli coperti da foglie artificiali sganciati dal cielo…(se qualcuno prende sul serio queste ultime frasi gli posso indicare un bravo psichiatra).
Finalmente, dopo decine di tentativi, sono riuscito a riprendere una foto decente di un tuffetto:

Questi simpatici piccoli palmipedi hanno la caratteristica di immergersi sino al fondo del fiume, restando sott’acqua 2-3 minuti, per cercare il cibo, hanno anche, almeno a mio parere, la caratteristica di accorgersi quando qualcuno è pronto con la macchina fotografica e di immergersi in modo che sulla foto scattata compaia solo una zona d’acqua increspata.
Riprendendo il discorso HAARP fatto un paio di settimane fa due link che possono interessare chi volesse fare una ricerca che non sia solo una scopiazzatura da blog vari:

http://www.shortwavemonitor.com/articles/ulo%20v001.pdf

Una lista di frequenze con relativi utilizzatori, dagli 11,9 kHz delle stazioni alfa russe fino a 30 Mhz, occhio, si tratta di un pdf di 427 pagine.
Se poi volete ascoltare con le vostre orecchie:

http://websdr.ewi.utwente.nl:8901/

un radioricevitore collocato nell’università di Twente in Olanda, permette l’ascolto su 9 bande dalle VLF in su (l’uso richiede una certa pratica e competenza…)
Le previsioni per i prossimi giorni sono di bel tempo, ma se così non dovesse essere:

Ma poi come faceva Gene a cantare e ballare sotto la pioggia e non prendere nemmeno un raffreddore? Mah, forse era protetto dall’NWO o dallo SMOM.

giovedì, venerdì, vera scia chimica

Rapida incursione, giovedì 12, tempo incerto, e lavoro… di passaggio queste due foto

Un albero di mele carico di frutti.

E un melograno.
Venerdì 17, come da previsioni, pioggia nella notte, al mattino cielo grigio (naturalmente con le immancabili haarpizzazioni…)

E piove pure, pioggerellina sottile che, stranamente, bagna…
E per finire: avete mai visto una VERA scia chimica? Provate a guardare questa:

Impressionante vero? Chissà perchè gli sciachimisti nostrani di cose come queste non si occupano…Mi ritorna il sospetto che tutta la storia delle scie chimiche degli aerei sia stata messa su su commissione, inventata da “ricercatori indipendenti” pagati da chi inquina per distrarre l’attenzione del pubblico da cose come quelle mostrate nel filmato. Passare qualche migliaio di dollari a un “ricercatore” per creare e diffondere una panzana è senza dubbio più economico che adottare misure anti-inquinamento.

Domenica 12 settembre

Magnifica mattinata di sole, niente nubi, niente scie, uscita par una bella passeggiata, anche perchè poi nel resto della settimana difficilmente ci sarà la possibilità di andare a zonzo

Ecco una panoramica, ripresa verso le 8 del mattino, come si può vedere il cielo è bianco…beh non proprio, qualche albero mostra già i segni dell’autunno che comincerà ufficialmente tra 9 giorni.

Panoramica dei bastioni delle mura con gli ippocastani che cominciano a perdere le foglie.

Affresco, sbiadito, che dovrebbe rappresentare il Giudizio di Paride, a sinistra le tre poppute dee (Venere, Era e Athena) e a destra Paride che pensa a chi dare la mela d’oro della discordia, con tutti i guai che poi ne sarebbero seguiti…

Per chi ha spirito sportivo ecco, in preparazione, una dimostrazione di karate con cinture di vario colore.

Un fiore per eventuali donzelle che leggono questo blog e per finire un cartone animato di battaglia aerea, evidentemente realizzato da gente al soldo dello SMOM o del NWO, guardate quante scie!…

Come al solito i migliori saluti.

Così va bene!!!

Ieri, venerdì 10, mattinata:

Cielo a pecorelle, sicuramente nubi chimiche arpizzate, mi sono fatto sentire con la sede centrale dell’Isola di Man, mi hanno promesso per oggi cielo azzurro e giornata di sole.

ecco qua, cielo azzurro, solo una scia non persistente, è un tankerone che finisce di spargere polvere di lapislazzuli per dare al cielo quel blu che solo i dipinti medioevali mostravano…partenza per una bella passeggiata.

Palazzo sul fiume, il porticato al pianterreno era un tempo aperto e consentiva di accedere al palazzo direttamente dalle barche.

Casa medioevale recentemente restaurata nella zona dell’università, osservare il colore del cielo, forse hanno esagerato col lapislazzuli…

Ecco una cosa che ho notato solo da pochi giorni, del resto è lì solo da qualche mese ed è in una parte della città dove ho di rado occasione di passare: la statua della “latera” (la lattaia per chi non conosce il trevigiano) opera dello scultore Carlo Balljana, posta dal gruppo folcloristico trevigiano in onore delle donne che un tempo facevano questo umile lavoro.

Passando dal moderno all’antico ecco un frammento di affresco che sembra rappresentare nella parte superiore una scena amorosa mentre sotto appare un guerriero pronto alla battaglia, probabilmente si tratta di una parte di un ciclo che raccontava una storia, peccato che il resto sia illeggibile.
Per eventuali donzelle che leggano questo blog un fiore

E per tutti i disinformatori prezzolati una vera chicca: Groucho Marx e Frank Sinatra “It’s Only Money”

Saluti e cieli azzurri a tutti

Non erano questi gli accordi!!!

E’ vero che siamo ad inizio settembre, ma prima di far cominciare l’autunno dovevate avvertirmi, e poi non si era detto che dovete evitare di far piovere mentre sono per strada, soprattutto senza ombrello. Presenterò una formale protesta presso in comando supremo del NWO, nella sede centrale dello SMOM.
Guardate qui cosa avete combinato:

7.30, cielo minaccioso, color grigio, sembra voglia piovere da un momento all’altro.

E infatti pochi minuti dopo diluvia, cade dal cielo una pioggia (precisiamo, bagnata, non asciutta come quella che cade su certi terrazzini) con lampi e fulmini di color violaceo e va avanti così per un paio d’ore.
Pomeriggio, rientro a casa e scoperta che, causa sicuramente i Gigabite di Watt emessi da HAARP per causare il temporale, la connessione ADSL fa i capricci, prima si connette, poi si disconnette, infine rifiuta proprio di connettersi. Fortuna che non piove più e le nubi si sono diradate.


Si osservi come il cielo tra le nubi sia di un colore decisamente bianco… Beh, provo ad uscire un’oretta, per strada incontro questo rettiliano che evidentemente è lì per valutare gli effetti del temporale

e più avanti questi due rettiliani anfibi:

La tregua è di breve durata; verso l’una di notte nuovo temporale; lampi, tuoni, pioggia (mi sono rifiutato di alzarmi dal letto per fotografarlo). Giovedì mattina, 6.30 circa, l’alba


Il cielo è pieno di morgelloni harpizzati, anche se un disinformatore direbbe che sono cirri

Ecco il cielo verso le 11, osservare come non vi sia traccia di azzurro…

E per concludere questa presa per i fondelli una foto che ci ricorda come l’autunno si stia veramente avvicinando.

When Harpo played his harp

Prima uscita settembrina, innanzitutto faccio contento l’amico Margiotti Street mostrandogli il secondo esempio di liberty nel centro storico:

Palazzo con la sede di una banca e, sino a un paio di anni fa, con un cinema (ora chiuso, ma c’è ancora l’insegna).
In questi primi giorni di settembre il cielo è stato mosso con nuvole che vanno e vengono e assumono spesso forme strane come queste (1 settembre)

o queste (2 settembre)

Naturalmente, come tutti sanno, (tutti gli interdetti…) queste nuvole dalla strana forma sono generate da HAARP che agisce sulle scie chimiche di bariato di bario…Ecco la prova inconfutabile che HAARP è all’opera:

Con i migliori saluti.