Crea sito

Archive for novembre, 2011

alluvioni ed altro

Martedì 8 novembre, al mattino, la perturbazione che nei giorni precedenti aveva provocato piogge per lo più moderate, si è scatenata con una vera “bomba d’acqua” che ha investito la Marca. I risultati non sono stati disastrosi come in altre località, ma un paio di comuni sono finiti allagati e c’è stata una vittima, sia pure indiretta.

Ecco una foto di martedì mattina con la pioggia che cade fitta.
Mercoledì cambiamento completo

Sole e cielo sereno, idem giovedì. Venerdì mattina:

Cielo coperto da nubi ma niente piogge, poi si rasserenerà nel corso del giorno.
Sabato mattina

Cielo che sembrerebbe azzurro..aria limpida anche se freddina. Uno spettacolo fuori stagione:

Mamma papera con una covata di otto paperotti, purtroppo temo che, data la stagione avanzata, difficilmente i piccoli riusciranno a sopravvivere, le notti sono già piuttosto fredde e, se non hanno trovato un rifugio ben riparato non credo che basteranno le ali materne a proteggerli.
Ieri era l’11.11.11 e stando ad un profeta di cui non ricordo il nome, alle 11.11 (non è precisato il fuso orario) sarebbe dovuta iniziare una nuova era, io non me ne sono accorto e voi?
In ogni caso salutiamo l’avvento del nuovo mondo con un brano musicale adatto:

E’ arrivato l’autunno

Pioggia, foglie che cadono, cieli grigi. Purtroppo anche disastri naturali, come quelli che hanno colpito la Liguria il 25 ottobre e il 4 novembre.
Naturalmente gli sciacalli sciachimisti hanno subito ricamato i fatti con scemenze su Haarp, e le scie chimiche che, stavolta, invece di disperdere le perturbazioni avrebbero provocato le piogge. Si è potuto anche sentire uno dei capi-branco dire che “il primo evento catastrofico è avvenuto in Piemonte nel 1994″, colpa naturalmente delle scie chimiche. Chi non ha mandato il cervello all’ammasso può informarsi e vedere come la lista delle alluvioni in Italia sia ben lunga anche prima del 1994, ricordo solo le disastrose alluvioni in Veneto e a Firenze, fatti di cui ricorre proprio il 4 novembre il 45° anniversario. Una tipica riscrittura strakeriana della storia…
La realtà è che le alluvioni sono fenomeni in cui c’è spesso una colpa umana, non dovuta a misteriosi progetti dello SMOM o del NWO, ma ad imprevidenza ed incuria che portano a trascurare la gestione del territorio, spesso si ripetono negli stessi luoghi proprio perché, passata l’emergenza, non si prendono misure adeguate per prevenire disastri futuri.
Fatta questa necessaria premessa veniamo ad una breve cronaca della settimana:

Lunedì mattina, ancora un giorno di sole e cielo azzurro. Ma già martedì le cose cambiano

Cielo grigio, tipicamente autunnale, con gabbiani che svolazzano in cerca di cibo
Ed ecco venerdì mattina con la pioggia

Concludo con questi colori autunnali

Concludo con questo brano dedicato alle vittime di questi giorni.