Crea sito

Archive for luglio, 2012

Tre giorni

breve cronaca di sabato, domenica e lunedì

Sabato mattina, ore 7.30, nebbia e foschia, secondo gli indipezzenti la prova che gli aerei chimici rilasciano metalli-igroscopicoelettroconduttivi e puffosi, secondo la mia esperienza l’annuncio di una giornata caldissima.

ed ecco le 14, il cielo è di un azzurro smorto, con nuvole vaganti, la temperatura è arrivata a 34 °C
Sera, ore 20.15

Si scatena un temporale con grandine e pioggia fitta, il tutto dura una ventina di minuti ma non mancano i danni

ecco anche il filmato realizzato da un trevigiano (non so chi sia, so solo che mette su internet filmati di temporali e nevicate nella zona di Treviso)
Il refrigerio portato dalla pioggia è di breve durata, ecco la mattina di domenica

ancora la nebbia che annuncia il caldo, sono le 7.30, ecco come si presenta il cielo:

Infatti domenica il caldo si è fatto sentire. Lunedì mattina invece è molto più fresco e ventilato, effetto delle correnti d’aria, a volte vere raffiche di vento, che arrivano da nord, ecco il cielo, sempre verso le 7.30

Si vede che il cielo non è bianco abbagliante e/o lattiginoso, non ci sono aerei che disperdono le nuvole, insomma si tratta di un cielo normalissimo.
E veniamo ad un po’ di foto fatte durante le mie uscite, prima due comunicazioni: mi sono regalato una nuova macchina fotografica digitale, con caratteristiche superiori alla precedente, soprattutto con un ottimo zoom. Ho avviato una galleria con le mie foto, per ora c’è poco ma conto di arricchirla man mano, l’url è:

http://www.madgallery.altervista.org

Se vi va dateci un’occhiata e date i vostri voti, scrivete le vostre opinioni e datemi i vostri consigli.

Su un lembo di terra sotto le mura ci sono diversi animali semidomestici come il coniglietto sopra

quest’airone

e questa tacchina.
Ma prima di chiudere non dimentichiamoci dei felini, altrimenti si arrabbiano, ecco un esemplare di tigre poco cresciuta

Vi lascio con un brano musicale, stavolta non schifoso come il precedente

Mona

la mona, in veneto, è una cosa molto apprezzata dal sesso maschile, o almeno da gran parte di esso (la voce sembra derivata dal greco, non conosco questa lingua, quindi se sbaglio perdonatemi). Il mona, invece è un personaggio molto diffuso, soprattutto alla corte dei ricercatori indipezzenti. Questo post è dedicato ad uno di questi personaggi, un mio quasi conterraneo che si cela sotto il nick di Damocle. Cosa dice il nostro eroe: farnetica di cieli bianchi abbaglianti, in linea con indipezzent-meteo, proviamo a vedere rapidamente i cieli di questa settimana

Lunedì mattina, verso le 7, cielo nuvoloso con nubi che coprono il sole, cielo che non sembra bianco, anzi sullo sfondo si vede uno scorcio di azzurro

Cielo di martedì pomeriggio, ore 16, minaccia pioggia, e in effetti durante la notte pioverà, anche se non molto.

Mercoledì mattina, cielo azzurro percorso da nuvole bianche, quelle che, stando agli indipezzenti, vengono immediatamente distrutte dai tanker che irrorano alluminio, bario, manganese e così via lungo la tavola periodica.

Giovedì, ore 11, vedi quanto detto di mercoledì


Venerdì mattina, ore 7.30, cielo azzurro, sul fiume un po’ di foschia che annuncia una giornata calda.
Ora chissà perchè il cielo che vedo io è questo mentre quello che vedono gli indipezzenti è bianco abbagliante o lattiginoso?
Domanda interessante, forse perchè i suddetti indipezzenti sono un tantinello più mona di quanto sia la norma?
Tiriamoci su il morale con questa flotta

e con il consueto micio

E per concludere questo video musicale che fa un po’ schifo ma è in tema

La maga Circe…


come è noto trasformava gli uomini in maiali, la meteo maga Circe invece, con buona pace del meteo indipezzente, ci ha portato pioggia e fresco-
Ma cominciamo dal cielo di venerdì

Si vedono, su sfondo azzurro, un bel po’ di nuvole, si possono vedere anche qui

Siamo a porto di Fiera, raggiunto dopo una bella camminata, visto che domani il tempo sarà quasi sicuramente brutto ho deciso di approfittare del venerdì per una bella sgranchita di gambe.

Uno scorcio sul fiume Melma

Cammina, cammina eccoci arrivati in località Selvana, come si capisce dal nome qualche secolo fa qui c’erano boschi, oggi scomparsi. In compenso ci sono alcune ville, sopra la vasca, completa di sfingi, nel parco di una villa, sotto la villa in questione

Siamo a sabato mattina, sinora, nonostante movimento di nuvole e qualche tuono non è successo niente, ma alle 10 del mattino…

comincia una forte grandinata, durerà non più di 10 minuti, poi

un paio d’ore di pioggia, con tuoni lampi e fulmini. Siamo stati anche fortunati, a Verona c’è stata una grandinata con nubifragio e vento e parecchi danni.

Ed ecco il cielo di domenica mattina, blu (avranno sparso manganese…) e percorso da cirri (generati con haarp…).

Nonostante sia domenica c’è chi sta lavorando a smontare una gru (del resto, dato che bisogna bloccare il traffico, la domenica è il giorno migliore per lavori come questo).
Uno scorcio su un canale, con studio d’artista e barca a vela spiegata

e ora lo spazio felino, sono stato richiamato dal sindacato felini domestici per aver omesso la consueta foto nel precedente post.

E per finire una canzone in tono

Le previsioni di indipezzent-meteo


“Ma dove sono i cumuli da bel tempo? Non ci sono, poiché vengono dissolti notte tempo dalla dispersione di elementi igroscopici.”
Also sprach der Indipezzent (oggi mi sento nicciano)
Vediamo il cielo di lunedì pomeriggio

e quello di martedì

Chissà cosa sono quelle cose bianche che navigano in un cielo azzurro e senza scie?
A proposito, se volete vedervi qualche foto davvero spettacolare di fenomeni atmosferici provate a guardare qui

http://snipurl.com/24d6aku

Impressionanti vero?
Ma veniamo a mercoledì: breve escursione in collina in quel di Montebelluna. Ecco la scala che porta a S.Maria in Colle, tiriamo fiato e saliamola

e giunti in cima diamo un’occhiata al cielo

Anche qui nubi, sbaglierò ma mi sembrano proprio quei cumuli che, secondo un ricercatore indipezzente, gli aerei provvedono a disperdere.
Stamattina, giovedì, le nubi sono diverse:

Sono cirri che, stando alla mia esperienza, annunciano un cambiamento del tempo (infatti il meteo, quello vero, prevede piogge per venerdì e sabato)
Fatta la panoramica delle nubi vediamo un po’ cosa si è potuto vedere in questi giorni. Intanto una spennagonzi beccata

Poi quest’airone quasi sotto casa

Un fiore

e concludiamo, come di consueto, con un filmato, dato che si parlava di nubi

Cade la pioggia…


alla faccia delle previsioni di indipezzente-meteo. Nella notte tra mercoledì e giovedì temporale con lampi, fulmini e pioggia. Ecco il cielo di giovedì mattina

Colore azzurro, aria limpida che permette di vedere le montagne in lontananza.
Venerdì mattina, ore 7

Sta venendo giù una pioggia bella fitta che durerà un paio d’ore, se la foto non basta ecco un filmato realizzato da un mio concittadino:

Nel pomeriggio il tempo si rimette

ecco un bel cielo azzurro percorso da nuvole che nessun aereo arriva a disperdere. Ecco anche una curiosa apaprizione nella vetrina di una libreria

Non mi è chiaro l’esatto significato di queste ragazze in tutù nero e basco rosso…

Sabato mattina, il cielo che fa da sfondo al battistero e al campanile del duomo sembra sempre azzurro e non lattiginoso.

la signora tuffetto sorveglia il nido con le sue due uova

mentre qui le uova si sono già schiuse e i piccoli aspettano di venire imbeccati.
Domenica mattina

Il cielo è azzurro, ma verso nord si addensano le nuvole, fra qualche ora arriveranno proprio qui, risultato:

Un breve temporale, comunque la giornata non è ancora finita.
Contro il minimo di miaunder

e per concludere una canzone che sarà gradita ai seguaci del comandante stanker

Uno sguardo dal ponte


Eccomi qui con un resoconto degli ultimi vagabondaggi.
Martedì mattina, ore 7.00, il cielo è nuvoloso con i raggi di sole che faticano a farsi strada

Poi il cielo si aprirà, ma per tutta la giornata passeranno nuvole provenienti da nord

Da osservare, nonostante quel che dice indipezzent-meteo, che non arrivano tankeroni a spargere scie igroscopico metallico conduttrici echecavoloaltro.
E passiamo a mercoledì, visto che debbo spostarmi per altre faccende ne approfitto per fare un po’ di turismo a Bassano del Grappa, cittadina, ma mica tanto -ina (40000 abitanti) della provincia di Vicenza. Ecco un paio di scorci del centro storico


Camminando ecco il più noto monumento della città

Il famoso ponte, progettato dal Palladio e noto anche come “ponte degli alpini”


Due panorami sul Brenta visti dal ponte, nel primo si può vedere anche il castello, in entrambi si vedono le montagne, il cielo, azzurro e non lattiginoso, percorso da nubi provenienti da nord.
Ed ecco alcune viste del ponte



Il ponte come ho già detto, è stato progettato da Andrea Palladio, è sostenuto da cinque pilastri di legno, nel 1945 fu fatto saltare dai partigiani, ricostruito nel 1948 è stato gravemente danneggiato dall’alluvione del 1966 e poi restaurato.
In ogni caso Bassano è protetta dalle sciechimiche in quanto si trova sotto il controllo dei gesuiti come prova questa foto:

Fine della parentesi turistica, veniamo ora al minimo di miaunder

La mia modella che ha messo su un sacco di pretese visto che si è laureata, ecco il diploma

Chiudo con un filmato che vuole essere un omaggio a due personaggi, anzi a tre:
il primo è Giorgio Gaber
il secondo Charles Schulz
e il terzo è l’impareggiabile Snoopy!

Aspettando Minosse

Bene o male Caronte è passato, anche se fa ancora caldo, adesso aspettiamo Minosse che, stando alle previsioni, dovrebbe portare un caldo anche maggiore, che strano eh che a luglio faccia caldo? Sarà colpa dello SMOM che impiega Haarp e scie chimiche per imporre il NWO…
Mah vediamo un po’ come è andata negli ultimi giorni:

Ecco il cielo di giovedì mattina, cielo azzurro con qualche nube che nessun tenkerone si affretta a disperdere.

Ecco un’altra panoramica che mostra una fetta di cielo che continua, alla faccia di indipezzent-meteo, a rimanere azzurro.

Ecco un pesce spada fuor d’acqua (non molto adatto per la cucina visto che è di ferro battuto) e un pulcino di folaga con l’aria smarrita, forse ha perso la sua mamma, o la mamma ha perso lui, speriamo che le cose si risolvano per il meglio

Venerdì cielo molto nuvoloso, a tratti sembrava minacciare temporale, poi le nuvole sono passate oltre senza che piovesse, in compenso non è mancata la pioggia nei dintorni e l’aria si è rinfrescata un po’ per cui sabato mattina una bella uscita fino a S.Elena di Silea

Eccola qui, una chiesa, poche case e un porticciolo in un’ansa del fiume, ecco un primo piano della chiesa

ed ecco il cielo di domenica mattina verso le 7.30

Da rilevare che il cielo non è mai bianco abbagliante, forse perchè non lo guardo da un terrazzino.
Ecco il consueto contributo contro il minimo di miaunder

E un bell’oleandro dai fiori rossi

E per finire dedico a tutti i complottisti questa canzone

Roventi rivelazioni

Apro questo post con una scottante rivelazione: vi ricordate gli illuminati, cioè quella associazione segreta che più segreta non si può che sta dietro a tutti i complotti del mondo?
Ebbene, grazie ad una mia pericolosa e faticosa indagine ho potuto assistere, naturalmente sotto mentite spoglie, ad una riunione del consiglio supremo degli illuminati, eccovi di seguito la foto:

Visto che facce sinistre? Chissà quale abominevole crimine contro l’umanità stanno progettando!
E ora veniamo alla cronaca degli ultimi giorni. Domenica mattina, ore 8 circa

C’è una discreta nebbia, la micidiale nebbia di ricaduta di cui farnetica un noto indipezzente? Più semplicemente la nebbia che annuncia una giornata caldissima ed umida, come infatti sarà.
Saltiamo a martedì mattina, salto fino al mercato, ore 8

San Tomaso (ho indagato, si scrive Tomaso con una m sola) i staglia contro un cielo percorso da cumuli, che siano le fantomatiche “nubi di bel tempo” di cui blatera sempre il solito meteo-indipezzente?

cielo analogo anche sullo sfondo di questo “crocifisso benedicente”, opera in ferro battuto, già che ci siamo ecco il “ponte della pria”

Qui il fiume Botteniga entra in città passando sotto le mura.
Mercoledì mattina, ore 7.30

cielo azzurro percorso da nuvolette, fa un po’ meno caldo ed è il momento adatto per fare una bella passeggiata

Attenzione però, le passeggiate possono essere pericolose non si sa mai, un potrebbe anche incontrare un drago come quello della foto sopra!
E, a proposito di stranezze, ecco una villa esempio di quello stile germanico medioeval turrito che ha avuto un certo successo da queste parti negli anni 20-30

Il consueto contributo contro il minimo di miaunder

un fiore

vi saluto con un video adatto alla stagione e all’ora