Crea sito

Archive for luglio, 2011

Fine luglio, fauna assortita

Con oggi finisce luglio, la settimana è stata decisamente perturbata: martedì, mercoledì e giovedì, nel pomeriggio-sera ci sono stati temporali anche piuttosto forti.

Questo è il cielo di venerdì mattina: “cielo a pecorelle, pioggia a catinelle”, dice il proverbio, invece, tanto per cambiare, venerdì non è caduta una goccia d’acqua.

Ed ecco il cielo di sabato mattina, minaccia temporale, continuerà a minacciare sino a sera quando finalmente si deciderà a scaricare un violento temporale.

Ed eccoci a domenica mattina, nubi con squarci di azzurro, ma rimane nell’aria il sentore di un possibile temporale, vedremo cosa succederà nel pomeriggio, per ora partenza per la consueta passeggiata.

Questo signore è un modesto contributo contro il minimo di miaunder (è un po’ che lo trascuro)
Sul fiume, fangoso per le abbondanti piogge di questi giorni, ecco un interessante esemplare di fauna

E per concludere questo tordo che sembra non avere affatto paura degli esseri umani (sono a meno di 2 metri di distanza)

Anche per oggi la passeggiata è finita, concludo con una canzone dedicata ad agosto…vai col lisssio!…

Eh no, così non va bene

NWO, SMOM, illuminati, ottenebrati (no questi non c’entrano) gesuiti ecc.ecc. ecc. mi avete deluso: venerdì mattina le cose andavano anche bene:

cielo azzurro, niente nuvole, contavo, grazie all’intervento dei tankeroni, in un fine settimana pieno di sole. Invece dalla notte tra venerdì e sabato ha cominciato a piovere, domenica mattina ecco che schifo:

viene giù una pioggerella fitta e sottile, che a tratti diventa anche forte. Ma la passeggiata della domenica mattina è sacra, quindi ombrello e cerchiamo di tenerci sotto i portici per non bagnarci troppo. Cerco una raccomandazione da parte di questa Madonnina molto malconcia

ma sembra non possa, o non voglia fare niente.

E’ passata un’oretta e mezza, mi sono fermato a prendere un caffè, continua a piovere e questo marmoreo signore mi consiglia di tornare a casa all’asciutto

stessa cosa consigliano questi quattro bamboccioni che se ne stanno al caldo e all’asciutto in attesa che papà o mamma portino loro da mangiare.
Per questa settimana la passeggiata non è stata molto piacevole, vedremo di rifarci alla prossima, oh, mi raccomando, datevi da fare con quei tankeroni altrimenti finisce che passo nel campo complottista!
E visto che un noto (???) ricercatore indipezzente ha recentemente pubblicato un articolo sul “suono silenzioso” ecco a voi il suono del silenzio

settimana di tempo alterno

a partire da mercoledì la settimana è stata caratterizzata da un cielo molto variabile (ma mai cirrotico…). Per intenderci la mattina è così

Verso mezzogiorno cominciano a farsi vedere delle nubi

e prima di sera abbiamo un bello scroscio di pioggia, anche forte

con l’aggiunte di un temporale nelle ore della notte, con tutto questo almeno abbiamo il vantaggio di una temperatura sopportabile.
E veniamo a stamattina, domenica, questa foto dal satellite sembra promettere poco di buono per il pomeriggio-sera

Sembra proprio che da ovest stia arrivando una perturbazione coi fiocchi, ma c’è tempo, ci raccomandiamo ad una delle tante Madonne dipinte sotto i portici

cui aggiungiamo gli onnipresenti gesuiti

e usciamo per la consueta passeggiata

Ecco il signor cigno e signora che portano a spasso il loro unico nato, non sono un esperto di cigni ma, confrontandolo con quelli di altre nidiate il piccolo mi sembra piuttosto messo male.
Per completare in bellezza ecco, pronti alla partenza, i partecipanti alla gara ciclistica aperta a tutti senza distinzione di età, sesso e colore

Concludo questo post rivolgendo un pensiero ad un noto ricercatore indipezzente sanremese (di adozione), che da un po’ di giorni sta sfracellando gli attributi raccontando una sua straordinaria indagine, ecco, il filmato di oggi lo dedico a lui

(Oh rosario, non montarti la testa se ti paragonano all’ispettore Closeau, non sarai mai divertente come lui…)

eccomi di ritorno

Qualche giorno di meritata (?) vacanza ed eccomi di nuovo a casa. Stamattina sono passato alla pensione per piccoli animali per ritirare il gatto, mi sono sopportato una mezz’ora di broncio e proteste feline, come ogni volta che ci tocca affidare la cara bestiola alla pensione.
Esauriti questi preliminari sono andato a vedere le ultime scoperte dei ricercatori indipezzenti. Ho appreso che il cielo, oltre che gelatinoso, abbagliante, massacrato ecc. ecc. può essere anche CIRROTICO, francamente non avevo mai sospettato che il cielo avesse un fegato soggetto a cirrosi, forse provocata da scie di superalcolici…

Questo è il cielo di stamattina, così ad occhio e croce si direbbe azzurro, dato che uno dei sintomi della cirrosi è la colorazione gialla intensa della pelle penso che questo cielo non sia cirrotico. Chissà se qualcuno dei ricercatori indipezzenti vorrà chiarire la questione postando una bella foto di cieli cirrotici.
Per intanto ringrazio chi ha scritto chiedendo cosa mi fosse successo dato che per un po’ di giorni non mi sono fatto vivo. Ringrazio meno il personaggio che continua a spedire messaggi in cui si offre Viagra. Se per caso costui mi legge lo informo che i suoi messaggi passano direttamente nello spam, quindi può risparmiarsi la fatica.
Un bell’affresco per illuminare le menti:

Madonna con bambino tre San Sebastiano e altro santo (forse S.Cristoforo) con nido, ormai vuoto, di rondoni in alto a destra.
E per concludere dedico a tutti gli sciachimisti, complottisti e ricercatori indipezzenti questo brano di cui potranno apprezzare la logica e la profondità di pensiero:Squallor in “38 luglio”