Crea sito

Archive for febbraio 26th, 2011

Damocle…

Penso che tutti sappiate chi era Damocle, peraltro un personaggio storico di scarsa importanza, ricordato solo perchè un giorno si trovò seduto con una pesante spada sospesa sulla testa, legata con un crine di cavallo.
Il damocle di cui intendo parlarvi non è quello, ma un assiduo frequentatore di un blog scemochimista. Ecco il suo messaggio tipo:
Damocle ha detto…

Aria pesante e sapore metallico in bocca,per l’arpav veneto nulla da segnalare anche perchè non dicono niente,mutismo assoluto,che cacchio fanno tutto il giorno?.
Foschia allucinante.
Segnalo anche che i boati sul Fadalto continuano e che il nuovo capo della protezione civile a Belluno ha detto di tenere pronti torce,acqua e cellulari(!).
25 febbraio, 2011 14:06
Ora direte voi che ve ne frega dei messaggi di uno dei tanti squinternati? Il fatto è che lo squinternato in questione è un mio conterraneo (almeno così dice, potrebbe anche essere uno dei millanta fake dei fratelli sanremesi), e quindi posso verificare in pochi minuti la verità o meno di quello che dice. Nel corso della settimana il Veneto è stato investito da vento dal nord, risultato: cielo sereno, pochissime nubi, aria limpida e temperature sotto la media. Vediamo com’era l’alba di ieri mattina, venerdì 25 alle ore 8

ed ecco uno scorcio del cielo di sabato 26 ore 10

Che mi dite del colore, sembrerebbe azzurro…
Passando ad altri argomenti, per dimostrare che la primavera è vicina qualcuno ha pensato bene di fiorire

Pregasi osservare ancora il colore del cielo…

Scendendo un po’ lungo il fiume ho trovato questo nuovo inquilino: una garzetta che evidentemente trova la vicinanza della città più comoda dell’aperta campagna.
E per concludere la passeggiata questa mucca (??) che con la natura c’entra ben poco

Un invito a damocle: se vedi tutto grigio anche in giornate come queste prova a rivolgerti ad un oculista, in ogni caso non è necessario che invii messaggi idioti solo per leccare…a un paio di contafrottole. A meno che tu non viva in un Veneto che si trova in un’altra dimensione, magari dentro il tuo cranio.
E per concludere in bellezza, pensando che presto verrà la primavera e poi l’estate, Louis e Ella interpretano “Summertime”