Cronache estive

Amici lettori, ci risentiamo dopo i mesi della piena estate: luglio e agosto, come sono stati? Vi dico subito: ha fatto caldo, per un certo periodo un caldo insopportabile.

Qui l’alba di una giornata di luglio, la foschia annuncia una giornata rovente.

Il coniglietto, ultimo rimasto della un tempo numerosa colonia lungo le mura, ha un’aria triste.

Micio similsiamese mi guarda con due occhioni azzurri.

Un po’ di tregua dal caldo, sembra si stia preparando un temporale.

A propositto di caldo, lui non se la deve passare bene con tutto quel pelo.

Mamma papera bada ai suoi figlioli…

…mentre lui se ne va tranquillo per i fatti suoi.

Gabbiano dall’aria minacciosa.

Lui sembra piuttosto concentrato, non si sa in cosa.

Siamo verso la fine di agosto, è arrivato un temporale che farà diversi danni ma abbasserà la temperatura.

Passato il temporale ecco un bell’arcobaleno che conclude il mese.

Oggi la cuccia del cane, domani il mondo!!!!

Giugno caldo

Amici lettori, il mese di giugno 2021, appena finito, è stato caratterizzato nella seconda parte da temperature sopra la norma, ora è iniziato luglio che speriamo non sarà ancora più caldo. Vediamo qualche immagine ricordo del mese passato

Siamo all’inizio del mese, un micione si gode il sole.

Mentre il coniglietto solitario, ultimo rimasto della numerosa colonia che viveva lungo le mura, sembra un po’ sperduto.

Il cielo si sta facendo nuvoloso, alla fine pioverà.

Infatti è venuta giù un po’ di pioggia, ora è passata e Bifrost (arcobaleno) annuncia che tornerà il bel tempo.

La foschia sull’acqua è segno che è in arrivo un caldo torrido.

Col caldo è meglio non affaticarsi troppo…

Un cielo incredibilmente azzurro con quelli che secondo noi sono cirri, secondo alcuni scie chimiche.

Col caldo che fa è dura non potersi togliere il cappotto…non è un buon momento per i mici a pelo lungo.

Maggio piovoso

Amici lettori, il mese di maggio testè concluso è stato caratterizzato da molta pioggia, temperature al di sotto del normale e gatti in abbondanza…

Inizio del mese con cielo incerto

Intanto, sin che c’è il sole c’è chi ne approfitta per farsi un pisolino, dopo essersi mimetizzato.

Qui invece si va a caccia, non è chiaro di cosa.

Visitatore non troppo frequente: un airone grigio.

Uno sguardo indagatore.

Questo coniglietto è triste: la colonia di conigli che viveva lungo le mura è scomparsa, sono stati catturati e portati altrove per evitare i danni che le tane causavano alle rive del fiume, questo sembra essere l’unico sfuggito alla cattura.

Sbrigatevi ad aprirmi la porta che voglio entrare in casa!!!

Ho detto che la temperatura è al di sotto del normale, infatti in montagna c’è ancora neve.

Il tempo comincia amettersi al brutto.

Infatti ecco arrivato un temporale con nuvoloni neri, tuoni, fulmini e pioggia abbondante.

Sembra che sia passato, ma è solo uno di quelli che si faranno sentire prima della fine del mese

Eccone un altro.

Sembra che il peggio sia passato, godiamoci un po’ il sole.

Il bel tempo è arrivato, speriamo che duri.

Aprile un po’ strano

Amici lettori, questo mese di aprile è stato, possiamo dire, un po’ incerto, tra l’altro dopo un avvio con temperature elevate c’è stato un ritorno del freddo, qualche notte si è andati anche sottozoero, poi c’è stata la quarantena per pasqua, alla fine sono arrivate piogge e temporali.

Venerdì santo, proma che inizi il lockdown pasquale, è una bella giornata.

Coniglietti nati da poco sono usciti dalla tana.

Incontro con un micio mattiniero.

In pieno lockdown, una passeggiata mattutina su strade poco battute, praticamente in campagna, a poca distanza da casa, il sole che sta sorgendo colora di rosso i tronchi di questi pini.

Lockdown finito, in pianura ha piovuto, in montagna è scesa neve abbondante.

Questo micione ha ancora un abbondante pelo invernale, in effetti la notte fa ancora freddo.

Il circolo canottieri si prepara per l’attività.

Un micio dall’aria perplessa osserva da dietro il vetro.

Il freddo sembra essere passato, questo papavero annuncia l’arrivo del bel tempo?

Intanto madame folaga sta covando.

C’è stato un breve temporale, ora non piove più e i gatti possono tornare ad uscire, questo osserva con aria sospettosa.

Questo invece sembra curioso.

Paperini di primavera…
Buon maggio.

Marzo, quarantena, gatti

Amici lettori, questo mese di marzo ci ha portato diverse belle giornate, purtroppo ci ha portato anche una nuova quarantena dal 15 marzo, di conseguenza niente più passeggiate a lungo raggio, siamo rimasti nelle vicinanze di casa, per consolarci abbiamo avuto un discreto numero di incontri felini

Prima dell’inizio della quarantena, una bella giornata di sole.

E il primo micio che si sta godendo la bella giornata.

Questo, se non è quello di prima, è il suo gemello.

Ancora una panoramica pre isolamento.

Primo giorno di chiusura, l’alba con nuvole che, dal colore, debbono essere cariche di metalli pesanti.

Intanto la primavera si fa avanti con prepotenza.

Questo è un micio curioso: ha il pelo lungo e fitto e, a quanto sembra, la coda mozza, che sia un combattente?

Il sole si è appena alzato, ma lui è già pronto.

Invece lui ci guarda con curiosità, forse vede pochi umani in giro.

La primavera insiste.

La luna, quasi piena, ci fa sapere che domenica prossima, 4 aprile, sarà Pasqua. Auguri a tutti!!!
Canzone adatta

Cronaca d’inverno

Amici lettori, causa impegni vari non mi sono fatto sentire per un bel po’ di tempo. Niente paura, sono di nuovo qui con una breve carrellata di questi mesi invernali.

Cominciamo con una rosseggiante alba dell’inizio di dicembre.

Sono le 7 del mattino ed il sole non si fa vedere, anche perché è nuvolo, una suggestiva visione del monumento ai caduti.

Malinconica visione della mia passeggiata preferita, alberi spogli, foglie cadute e foschia.

Con l’inverno i gatti, animali intelligenti, se ne stanno il più possibile al calduccio, qui quello che potremmo definire “gatto delle nevi”.

Verso metà febbraio cielo limpido ed aria tersa, ma temperature sotto lo zero anche di parecchio, all’inizio del mese pioggia abbondante e in montagna neve.

Altre montagne innevate.

Fine febbraio, sole e temperature quasi primaverili.

Sono persino spuntate le viole. Speriamo che l’inverno non ci riservi ancora qualche sorpresa nelle tre settimane che mancano all’inizio della primavera.
Per ora saluti con un brano in tema.

Novembre è stato un po’ inconsueto

Amici lettori, il mese di novembre che sta per concludersi è stato un po’ diverso dal previsto, c’è stata poca pioggia e molte giornate di sole, anche s ela notte il termometro è andato spesso sotto zero.

Ecco l’inizio del mese con nebbia e foschie.

Un’altra panoramica di un primo mattino umido.

L’umidità ha favorito alla grande la crescita dei funghi (tra l’altro questi sono ottimi…)

Dopo un inizio poco propizio le cose si mettono al meglio.

Così c’è chi si fa una bella passeggiata

Chi si fa un pisolino in compagnia.

E chi farebbe meglio a dimagrire un po’.

Ecco i colori d’autunno al sorgere del sole.

E qui un po’ più tardi in una mattinata di cielo sereno.

Non ci sono in giro solo i gatti.

Poco prima dell’alba, il selciato bagnato dovrebbe far capire che c’è molta umidità.

Ancora due coniglietti che si avventurano fuori dalla zona in cui vivono di solito. Lo abbiamo già visto altre volte, sembra abbiano perso la diffidenza verso gli esseri umani.

Intanto cominciano gli addobbi natalizi

Ed ecco la solita fontana questa volta illuminata di rosso.
Ci risentiamo a dicembre per gli auguri di buone feste. Canzone adatta per la stagione

Anche ottobre è passato

Amici lettori, con oggi, nella notte cara alle steghe, passeremo da ototbre a novembre. Come è stato questo ottobre? Abbiamo avuto qualche giorno di sole, molta pioggia e molta nebbia.

Inizio di ottobre, colori autunnali e cielo, per il momento, solo poco nuvoloso.

Ora il cielo si fa minaccioso, fra poco comincerà a piovere.

Il sorgere del sole in un mattino dopo la pioggia.

Le nuvole mostrano una insolita colorazione, sarà colpa dei metalli pesanti che, secondo gli sciacomicari, vengono sparsi dagli aerei?

Intanto lui non si cura dei metalli pesanti e cerca di mangiare qualcosa prima che venga freddo.

Dato che è venuto fuori il sole c’è chi ne approfitta per farsi un pisolino…

…e chi invece si muove vigile a caccia di non si sa cosa.

Donald Duck e Daisy Duck si fanno una nuotata.

L’umidità fa crescere i funghi, questi purtroppo sono pochi, peccato perché sono buonissimi.

Altra pioggia abbondante, ha pulito l’aria, in montagna è caduta la neve.

Il cielo è di un bel colore blu, senza nuvole, forse hanno sparso manganese…

Dopo la pioggia ed il bel tempo tocca alla nebbia, qui siamo verso le 9 del mattino ed è bella fitta.

Il giorno dopo, verso le 7, per fortuna è meno fitta. Curiosa la fontana con l’illuminazione viola.

Passata anche la nebbia, è tornato il sereno.

Un bel panorama di colori autunnali.
A risentirci, mi raccomando state attenti che con l’epidemia in corso non c’è da scherzare.

Salutiamo anche settembre

Amici lettori, anche settembre se n’è andato, è cominciato col maltempo, poi è tornata l’estate, infine di nuovo brutto tempo, vediamo una breve cronaca

Inizio del mese, pioggia in arrivo

Passata la pioggia ecco il cielo azzurro con nuvolette che, stando a qualche indipezzente, non dovrebbero più esistere.

Finchè c’è il sole godiamocelo sembra voler dire questo micione

Altro micio, questo è un gatto di strada.

Misteriosa sfera luminosa, che sia nibiru? Forse è solo il sole che sorge (notare che è giallo, non bianco..)

Anche quest’anno ci sarà il tradizionale “Treviso Comic Book Festival”, anche s ein forma ridotta. Di seguito un montaggio con le decorazioni delle vetrine.


Un altro micione che si gode il bel tempo.

…e un coniglietto della numerosa colonia che vive lungo le mura.

Un visitatore non comune: un airone grigio.

Tanto per non perdere l’abitudine un altro micio.

Il bel tempo sta per finire, queste nuvole provenienti da nord ovest annunciano l’arrivo di un temporale che si scatenerà tr aun’oretta.

Passato il mal tempo torna per un po’ il sole, ma all’inizio di ototbre avremo pioggia in abbondanza.
Canzone in tema:

Agosto, caldo, gatti, ma anche altri animali

Amici lettori, anche agosto è ormai passato, il mese delle ferie, ma quest’anno in tono minore, ha portato giornate di caldo afoso, qualche temporale e molti animali…

Apriamo proprio con un micio che osserva il mondo dalla finestra con aria meditabonda.

Pomeriggio di temporale, poco prima del tramonto

Il temporale sembra finito, c’è anche un accenno di arcobaleno, ma…

…arrivano di nuovo nuvoloni neri, tra poco ricomincerà a piovere.

Il giorno dopo, passata la pioggia, questo micio se ne va tranquillo per i fatti suoi (cosa che del resto i gatti fanno sempre).

Ecco il cielo, strano a dirsi è azzurro e percorso da quei cumuli che, secondo alcuni, non dovrebbero più esistere.

Qualcuno sta osservando con un paio di occhi azzurri.

Due ochette fresche fresche, purtoppo una poi è scomparsa, forse rimasta preda di qualche animale.

Una nutria appena uscita dall’acqua.

E un coniglietto che si è allontanato dalla colonia, forse sta diventando troppo affollata.

Vigilia di ferragosto, il cielo promette pioggia, così sarà, ma non una cosa intensa come possono far pensare le nuvole, un’oretta di pioggia che rinfrescherà e pulirà un po’ l’aria.

Infatti ecco la mattina del 15 agosto, c’è in giro più gente che negli anni passati.

Lui è sempre in ferie…

Anche lui.

Un altro coniglietto in giro per zone battute dagli umani, da notare che queste bestiole, evidentemente abituate a vedere la gente, sembrano non avere paura.

Qualcuno ha provveduto a fornire a questo micio, probabilmente senza casa, una porzione di croccantini.

L’alba di domenica 30 maggio, il cielo promette pioggia…


…e infatto poco dopo si mette a piovere.
Per agosto è tutto, ci risentiremo a settembre.

Pagina successiva »