Crea sito

il vento cambia ancora

Domenica il vento era passato da nord a nord-ovest, portando pioggia, ieri c’è stato un altro cambiamento: ora siamo sotto un vento di bora (nord-est) a tratti gagliardo che ha spazzato via il grosso delle nubi e riportato, anche se irregolarmente il sole. Ecco una foto alle 6 del mattino:

La luna calante accompagnata da Venere (che, causa l’incapacità di tener ben ferma la macchina, sembra un UFO triplice) ma pazienza.
Più avanti nella giornata

Il tricolore gonfiato dalla bora, roba che ti fa venir voglia di partire per Quarto ad imbarcarti con Beppino e gli altri 999…va bene, è un po’ tardi, ma tra 16 giorni ricorre il 150mo anniversario dell’unità.
Per intanto saluti con video musicale di una che andava e veniva al mutare del vento:

Comments

  1. Margotti Street
    marzo 2nd, 2011 | 12:19

    Grazie davvero per il bellissimo video nel quale, in pochi minuti (3:56) è rappresentata la tavolozza dei sentimenti e gli stato d’animo più significativi che l’essere umano possa provare: amicizia, amore, rispetto, serenità, allegria, riconoscenza, onestà, fiducia e speranza. In effetti nella realtà pare proprio che Mary Poppins sia via da troppo, troppo tempo!
    Devo andare ora, ma mi urgeva ringraziarti.
    A presto.

  2. Margotti Street
    marzo 3rd, 2011 | 11:31

    Un breve commento alle belle foto: alzarsi presto al mattino è faticoso, ma ai mattinieri è concesso un premio speciale, come quello che hai fotografato. La triplice Venere è davvero curiosa e potrebbe scatenare le fantasie degli ufologi, se non fosse che tu fornisci una spiegazione logica che però… potrebbe essere un modo per “nascondere la verità”! Eheheh! Ma a loro non la si fa!
    Per l’altra ti dirò che la considero come l’immagine più significativa che abbia sin qui visto per celebrare i 150 anni dell’Unità Nazionale.
    Quando si dice “cogliere l’attimo” e in quello condensare il vero valore di un evento altrimenti svilito da brutti spot, inutili polemiche e parole a vanvera.
    Bravo davvero!

  3. madblog
    marzo 6th, 2011 | 13:18

    Per motivi di lavoro mi alzo quasi tutti i giorni presto, la cosa è diventata ormai un’abitudine, tanto che finisco con l’alzarmi al sorgere del sole, o anche prima, anche nei giorni festivi e durante le ferie. Devo dire che di prima mattina si vedono molte cose che chi si alza più tardi non vede, tipo tre lepri che litigano in un prato a 100 metri da casa (peccato che non avessi la macchina a portata di mano) o altri spettacoli simili. Oppure la luna e Venere o tante altre cose che permettono di valutare il mondo in un modo diverso.