Crea sito

scusassero…dimenticai!

Domenica 26, mentre ancora stavo smaltendo l’eccesso di cibi & bevande ingurgitati durante il pranzo natalizio con i parenti, ho postato una breve cronaca in cui, tra l’altro, promettevo di far vedere la foto della “sirenetta pescatrice” opera dello scultore Luigi Simionato, evidentemente i fumi dell’alcol hanno fatto sentire i loro effetti e quindi mi sono completamente dimenticato della foto, rimedio subito, ecco la statua in tutta la sua bellezza…

La statua, preciso, è di bronzo.
Per il resto finalmente il tempo si è messo al bello, cielo sereno o poco nuvoloso, ma freddo cane.
Aspettiamo fiduciosi la fine dell’anno e l’inizio del nuovo sempre sperando che ci porti pace, prosperità ecc.

E in attesa del concerto di capodanno 2011 eccovi quello del 2010.

Comments

  1. Margotti Street
    dicembre 28th, 2010 | 18:06

    Ecco finalmente la “sirenetta” in tutta la sua ehm… bellezza! Come opera è senz’altro pregevole e originale ma, ingrandita, si nota che il viso ha un’espressione dura,
    e insolito è anche il gesto di coprirsi il seno con le mani, quasi a proteggersi, a stabilire una distanza che non deve essere superata da chi la guarda.
    Sembrerebbe essere una sirenetta aggressiva e battagliera, come sulla difensiva.
    Come la spiega l’autore?
    Ciao.

  2. madblog
    gennaio 1st, 2011 | 16:16

    Mah, in effetti la sirenetta ha un’espressione accigliata…forse essendo una sirenetta pescatrice la pesca va male…Bisognerebbe trovare l’autore e chiedergli se l’espressione ha un significato recondito o se era solo quella della modella che, magari, era incavolata per i fatti suoi.
    Ciao e buon anno