Crea sito

sabato di una settimana pesante

La settimana, come detto, è stata pesante, pioggia, quando non pioveva nebbia, rare apparizioni di un pallido sole.
Di seguito qualche esempio



Deprimente, vero?
Beh, oggi è sabato, salvo le previsioni non dovrebbe piovere, almeno sino a stasera, quindi si può fare un salto a Pordenone per dare un’occhiata alla mostra mercato dell’elettronica. Dopo aver salutato la componente femminile della famiglia, ottenendo in risposta un “ma non faresti meglio a rimanere a letto” dalla Cara Ragazza e un verso non trascrivibile della gatta (che è corsa ad occupare il posto rimasto libero nel letto), mi sono vestito e sono andato a prendere il treno verso la capitale italiana dell’elettrodomestico. Prima di andare in fiera 4 passi per il centro per vedere le poche antichità, Pordenone, infatti, è una città costruita prevalentemente nel 900, distruggendo anche parti più antiche e degne di attenzione, la parte antica si coagula attorno a Corso Vittorio Emanuele II

ecco una panoramica del corso, con la tipica architettura veneta, qui si trovano case e palazzi con le facciate affrescate come questi:



Alla fine del corso il palazzo comunale gotico del XIII secolo
alla sinistra ci sarebbe il duomo di San Marco, purtroppo pesantemente rimaneggiato nell’800.
Ancora pochi passi per arrivare in fiera, passiamo il Noncello

Ora è tranquillo, ma nei giorni peggiori di questo mese il livello dell’acqua, pur senza superare l’argine, era salito di quasi 2 metri.
Bene, il resto della mattinata procede con la visita alla fiera ed il ritorno a casa, tutto senza storia.
Per quanto riguarda la malinconia di questi giorni l’amico Margiotti Street mi ha suggerito l’ascolto di “Tristezza per favore vai via”: io ho fatto qualche ricerca e sono andato alla fonte…

Devo dire che tira su il morale, anche se una bella vacanza a Rio…

Comments

  1. Margotti Street
    novembre 21st, 2010 | 01:42

    Caro amico,
    non so come mai ma, malgrado tutto, non riesco a vedere niente di deprimente nelle immagini che hai postato. Sarà forse perché anche qui da me piove quasi regolarmente ogni giorno ormai da un po’ di tempo e io mi sforzo, evidentemente con successo, di scovare del bello anche nel grigiore di una stagione uggiosa come questa.
    Vedo intorno i preparativi per il Natale, festa per la quale conservo l’entusiasmo della fanciullezza, e questo mi rallegra; vedo le strade lucide di pioggia e so che, così lavate, saranno un po’ meno sudice di prima; vedo anche piante e fiori, anche se rari, in giardini e giardinetti, abbeverarsi felicemente e mi piace pensare che al sole, quando tornerà a risplendere, appariranno come rinnovati e poi ancora vedo altri mille dettagli che anche tu, sono certo, riusciresti ad apprezzare se non fossi provato dalla stanchezza di giornate faticose e forse anche un po’ monotone.
    Hai fatto molto bene a proporre la versione originale di Tristeza, certo più accattivante della versione Vanoni, che però prediligo proprio perché più dirompente e opportuna nella prospettiva milanese.
    Visto che sei così generoso e disponibile ad accogliere i miei suggerimenti, posso approfittare per chiederti di trovare un buon pretesto per proporre un video di Charles Aznavour? Gli devo molto, anche se lui non lo saprà mai!
    Ciao e grazie per le interessanti immagini di Pordenone: è sempre un piacere vedere posti così suggestivi, ai quali l’atmosfera autunnale nulla toglie ma molto aggiunge.

  2. madblog
    novembre 24th, 2010 | 17:47

    Oggi, finalmente, una giornata di sole, anche se iniziata sotto uno strano auspicio come potrai leggere nel post che sto per mettere in rete.
    Quanto ad Aznavour, è sempre piaciuto molto anche a me, perciò sono più che felice di accontentarti