Crea sito

Assenza giustificata, spero

Come annunciato la settimana dal 18 al 22 ottobre è stata pesantissima, quindi niente tempo per aggiornare un po’ queste pagine volanti, la settimana successiva è iniziata con tra giorni di pioggia battente che mi hanno messo malinconia, i giorni successivi mi sono ripreso ed eccomi qui per raccontarvi un po’ come è andata.
Sabato 23 pomeriggio, benchè stanco. mi sono trascinato fino a Padova per visitare la mostra delle auto d’epoca. Ero tentato di investire i lauti guadagni che mi derivano dall’attività di disinformatore al soldo dello SMOM nell’acquisto di un’auto di prestigio…

Ad esempio questa Clever del 1978 con motore 8 cilindri a V da 6000 centimetri cubici. Oppure questa…

Jaguar Mistral. I vertici dello SMOM consultati in merito mi hanno vietato l’acquisto di una di queste due vetture, considerate poco serie e non adatte ad un funzionario addetto alla disinformazione. Pazienza, dovrò accontentarmi di questa

Jaguar MK5 del 1949
Chiusa la parentesi automobilistica passiamo a vedere come procede l’autunno: ecco una parata di alberi con livrea autunnale sotto la pioggia:

ed ecco i medesimi al sorgere dal sole (a destra)

A terra, dopo i tre giorni di pioggia, foglie morte di tutti i colori

L’umidità ha anche favorito la crescita dei funghi (peccato non poter fare un salto in collina, dovrebbero esserci chiodini in abbondanza)

Per concludere una foto dell’autunno sul fiume

E un bel melograno carico di frutti maturi

E per concludere veramente in bellezza:

Comments

  1. Margotti Street
    ottobre 30th, 2010 | 12:35

    Giustificatissima, quando il risultato è un magnifico post come questo, le cui immagini sono da calendario e poi da cornice.
    La contrapposizione tra il prodotto tecnologico e meccanico (le auto), e quello offerto dalla natura, provano che la bellezza, il fascino e la capacità di suscitare emozioni sono intrinseche in tutto ciò che, anche tanto diverso, esprime raffinatezza, garbo ed armonia assoluta. Trovo che l’autunno sia la stagione più prossima a soddisfare il bisogno di quiete e di riflessione, non disgiunte però dal gusto di sentirsi vivi ed entusiasti tra la naturale bellezza di un mondo ancora preservato.
    Al tuo bel video, se fossi in grado di farlo, risponderei con “What a wonderful world”, ma ti prego di giustificare i miei limiti e di accettare la buona intenzione.
    Sentitamente grazie e un caro saluto.