Crea sito

Dopo Beatrice Poppea


Ad occhio e croce direi che l’estate, quella meteorologica, non quella astronomica, sta proprio finendo, dopo che Beatrice ci ha dato i primi avvisi ecco che Poppea si è fatta avanti. A proposito: perché alle ondate di caldo danno nomi maschili ed alle perturbazioni nomi femminili? Le femministe non hanno niente da dire sulle pari opportunità?
Ma vediamo il cielo di mercoledì mattina

Bello, azzurro, senza scie e senza nubi, la foto mostra uno scorcio sull’asse portante della città, già dai tempi dei romani, la piazza dei Signori e il Calmaggiore che termina al duomo il cui campanile romanico si vede in fondo.
Giovedì le cose cominciano a cambiare

Il tipico “cielo a pecorelle” che, come dice la meteorologia popolare, annuncia pioggia a catinelle.
Infatti venerdì pioverà di brutto mentre sabato ci saranno sprazzi di pioggerellina (niente foto di questi due giorni, abbiate pazienza)
Domenica Poppea ci concede una tregua

ma probabilmente si sta preparando per domani, lunedì.
Intanto guardatevi quest’affresco

Non mi è chiaro quale episodio mitologico voglia rappresentare questa donna accompagnata da un putto.
Contro il minimo di Miaunder

E per concludere una canzone dal titolo appropriato

Comments

  1. Margotti Street
    settembre 3rd, 2012 | 17:09

    Non ho più trovato il tempo per commentare il post precedete, ma ti posso dire che le foto sono sempre gradevoli ed interessanti, sia come panorami che come oggetti. La Lambretta deve essere una rarità, perché all’epoca lo scooter più popolare era la Vespa, della quale si vedono ancora molti esemplari ben conservati e oggetto di collezionismo. Esistono anche tanti Vespa Club, mentre le Lambretta non sono facilmente reperibili. Quello della foto è davvero un bel pezzo per amatori del genere. Con il minimo di miaunder hai barato! Nel post precedente era ritratta la solita gatta diva dalle alte pretese. In questo post invece sei in regola. In quanto ai nomi delle perturbazioni, come sai, anche agli uragani vengono appioppati nomi femminili: sarà forse perché la maggior parte dei meteorologi sono uomini. Come sai mi piacciono molto gli affreschi che proponi e quest’ultimo è davvero intrigante. Non riesco a vedere bene, ma mi sembra che ci sia una serpe che insidia il seno della donna sdraiata e, se così fosse, ci riporterebbe alla morte di Cleopatra. Il putto porta in mano un ramo che potrebbe essere di ulivo, come di mirto e quest’ultimo, in alcuni luoghi, è considerato la pianta dell’amore. E la storia vuole che, dopo la sconfitta di Antonio (ad opera di Ottaviano) ed il conseguente suicidio, Cleopatra abbia scelto di non sopravvivergli facendosi mordere da un’aspide.
    Comunque sono sempre molto sorpreso dal fatto che non vi sia uno studioso che s’interessi ai numerosi affreschi che si trovano in Città, e che nessuno ritenga utile compilarne un catalogo.
    Ciao.
    P.S.= ho avuto anche stamani problemi con il captcha e non ho potuto inviare.

  2. madblog
    settembre 5th, 2012 | 14:56

    Ogni tanto non riesco a trovare mici che si prestino a farsi fotografare e quindi debbo ricorrere alla mia abituale modella…
    Quanto all’affresco: si tratta senza dubbio di un episodio mitologico, però non riesco ad inquadrarlo, quella che ho pubblicato è l’unica parte in condizioni decenti, il resto risulta indecifrabile e questo impedisce di comprendere bene di cosa si tratti.
    Approfittando di questi giorni di pioggia ho montato il primo degli apparecchi di cui avevo parlato, tra l’altro è perfettamente in sintonia con il tempo dato che si tratta di un…beh lo rivelerò nel prossimo post e in un filmato che metterà su youtube, per intanto se qualche ricercatore indipezzente vuole prenotarsi gli ricordo che sono disponibile a costruire e vendere questi apparati a prezzo di vero affare (il prossimo che debbo montare, e collaudare, naturalmente, sarà ancora più indispensabile)

  3. Margotti Street
    settembre 5th, 2012 | 17:13

    Per l’affresco, se si trattasse di Cleopatra, più che mitologico sarebbe addirittura un episodio storico, anche se magari un po’ enfatizzato. Ma tu che lo hai potuto vedere da vicino, quella che a me sembra una serpe, lo è oppure no e se no, cos’è?