Crea sito

Terremoto, afa ed altro.

Inizio di settimana all’insgna del bel tempo, martedì e mercoledì cielo senza nubi e senza scie.
Martedì 29, alle nove di mattina, si è sentita distintamente la scossa di terremoto che ha colpito l’Emilia, panico, uffici e scuole evacuati, gente in strada. Qualche danno l’ha causato anche da noi, infatti il genio civile, dopo gli opportuni accertamenti, ha fatto transennare piazza dei Signori

Sembra non esserci pericolo che gli edifici crollino, ciò che si teme è la caduta dei merli

che, in effetti, sembrano messi piuttosto male.
C’è anche chi lancia allarmi per un possibile terremoto nella nostra zona, infatti a circa 20 km da Treviso, in direzione nord, c’è un’area sismica. Sull’onda dell’emozione i giornali locali sono usciti con titoli tipo “Una bomba sotto il montello”. Speriamo bene…
Alle tre del mattino di giovedì si è scatenato un violento temporale, con tuoni, lampi, fulmini e pioggia battente, il tutto è durato un paio d’ore, ed ecco come si presentava l’alba di giovedì

Venedì non è piovuto, ma il cielo era coperto da una cappa grigia

naturalmente causata dalle irrorazioni chimico-biologico-scemistiche…
Scherzi a parte la temperatura era piuttosto alta e l’umidità era probabilmente vicina al cento per cento, c’era un’afa che rendeva faticoso respirare.

con un’umidità del genere i funghi crescono a meraviglia, questo è comparso, ed ha raggiunto dimensioni rispettabili, in meno di un giorno.
Per ricordare che siao a primavera inoltrata, anzi quasi in estate

Concludiamo come al solito con un filmato musicale:

“Summer of love”

Comments

  1. Margotti Street
    giugno 4th, 2012 | 10:42

    Ieri in tarda mattinata mi apprestavo a leggere il tuo post quando, dopo le prime righe, si è verificata un’interruzione di corrente. Anche se non sono un tipo impressionabile, devo dire che ci sono rimasto piuttosto male. Poiché non avevo molto tempo, non ho atteso il ritorno della corrente e ho rimandato a stamani.
    Sono sconcertato dal fatto che le onde sismiche si siano propagate al punto da coinvolgere anche aree molto lontane dall’epicentro ma, a quanto pare, sono state avvertite fino in Austria.
    Certo, l’allarmismo di certi titoli di stampa non aiuta e spero che il Montello stia ben tranquillo.
    Comunque, come si dice, non vi fate mancare proprio niente: neppure i funghi istantanei! Curiosità: cos’è quella cassettina grigia che compare nell’inquadratura?
    E, per favore, non mi dire che mi indichi la luna e io guardo il dito…
    Per quanto riguarda il prossimo pensionamento, non mi sembri proprio il tipo che si fa prendere da attacchi di pigrizia… Personalmente ammiro le tue levatacce mattutine e le lunghe passeggiate, e so che difficilmente riusciresti a modificare significativamente le tue sane abitudini mentre io, ehm, dovrei modificare le mie…
    Ciao.

  2. madblog
    giugno 10th, 2012 | 09:01

    La paura per il terremoto è cresciuta visto che sabato mattina alle 4 c’è stata una scossa abbastanza vicino a noi, tra Belluno e Pordenone, molti si sono spaventati e sono usciti di casa, io, lo confesso, dormivo come un ghiro e non mi sono accorto di niente…
    quanto alla misteriosa cassettina che compare dietro al fungo: si tratta di una trappola per ratti, o pantegane che dir si voglia, devi sapere che, specialmente lungo i fiumi e i canali, queste poco gradevoli bestiole (chiamiamole pure bestiacce) sono decisamente abbondanti, per cui la provincia ed i comuni stanno portando avanti da alcuni anni una campagna a base di trappole, contenitori con esche avvelenate e simili, i risultati sembrano discreti, speriamo solo che non salti fuori qualche comitato per la difesa delle pantegane.