Crea sito

Brrrr2

Intanto nel precedente post non è stata inserita la foto del pianista, provvedo subito

E veniamo al freddo: ormai da una settimana le temperature sono al disotto della media, mercoledì e giovedì, cioè oggi, complici nebbie, foschie e nuvole siamo stati tutto il giorno sotto lo zero.
Ecco l’alba ieri mattina alle 8

un pallido sole sale ad est ed illumina i prati coperti di brina

ecco un dettaglio con i rami coperti da aghi di ghiaccio e nientepopodimeno che un terribile polimero di ricaduta

Un disinformatore direbbe che è una ragnatela, ma uno studioso indipezzente sa che è caduta dall’alto, rilasciata dagli aerei.

Ed ecco un bel banco di nebbia, chimica naturalmente.

Nonostante la nebbia, il freddo e la brina c’è chi è al lavoro, magari per scaricare tronchi da una chiatta, per fortuna i complottisti indipezzenti sono una minoranza, c’è ancora un gran numero di persone normali.

Comments

  1. Margotti Street
    gennaio 20th, 2012 | 11:29

    Insolito e fantastico il pianista “di strada”, che però deve essere una strada elegante, dato che il pianoforte a coda non è proprio una pianola, ma uno strumento prestigioso!
    Vedo però che c’è un fotografo interessato a ritrarre l’insolita scena e, mentre lui è ritratto nella tua foto, tu sarai nella sua. Entrambi siete stati, e più che giustamente, incuriositi da questo insolito musicista, coraggioso e sprezzante del gelo. Affascinanti e suggestive le altre immagini.
    Gli indipezzenti fanno finta di ricercare… ma la sola cosa che ricercano indefessamente è il modo di tenere il posteriore al caldo, altro che scaricare tronchi da una chiatta nel gelo dell’inverno!
    Mi sono sempre piaciuti Cochi e Renato: grazie per il video.
    Ciao.

  2. maggio 1st, 2015 | 13:06

    Free Piano

    Your writing style has been surprised me. Thanks, quite nice post.