Crea sito

Eccomi di ritorno

Me ne sono stato in silenzio per un mesetto, colpa un po’ degli impegni di lavoro e un po’ di un attacco di pigrizia acuta…Mi scuso, e ringrazio chi si è preoccupato della mia assenza, cercherò di tornare puntualmente su questi schermi, ahem, su questo blog, per raccontarvi le cose che mi capitano e che mi colpiscono.
Novembre è stato insolitamente bello, giornate di sole e cielo limpido, poca anzi quasi niente nebbia

Nella foto: una leggera nebbia che si alza dal fiume, strano, secondo quanto dice un noto ricercatore indipezzente, la nebbia dovrebbe scendere dal cielo sganciata da tankeroni, forse questa è prodotta da sommergibili che si nascondono sotto la superficie dell’acqua.
Ma veniamo ad oggi, sabato 10 dicembre,

C’è il tipico cielo autunnale, copertura totale di nuvole grigie, mette malinconia e fa venire voglia di starsene in casa, magari a leggere un libro con il gatto che dorme sulle ginocchia (e protesta tutte le volte che ti muovi…). Ma nonostante questo c’è chi si diverte

Come questi bambini che vanno in giostra, da osservare il successo di questa giostra vecchio stile, senza tecnologie d’avanguardia.
E, per chiudere questo breve post di rientro, dedico questa canzone a tutti i complottisti di ogni tipo, qualunque sia il loro complotto preferito

Comments

  1. Margotti Street
    dicembre 12th, 2011 | 11:42

    Finalmente di ritorno, per aggiornarci con significative foto dell’autunno a Treviso e rassicurarci che tutto va bene.
    Il lavoro è una valida giustificazione alla prolungata assenza e… anche un po’ di pigrizia si può capire anzi, a volte è salutare per ricaricare le batterie!
    Il cielo grigio e la nebbia che “sale” dal fiume (a causa forse dei cambiamenti sui movimenti delle nebbie indotti da haarp!)velano il paesaggio e lo spirito dell’osservatore di quella malinconia che non è tristezza, ma un invito all’introspezione e alla riflessione.
    Avevo ammirato la giostra d’epoca in un post dello scorso anno e sono lieto di vederla ancora lì, vicino ad un grande abete di cui si nota un ramo sulla destra della foto.
    Personalmente sono favorevole ad addobbi natalizi e luminarie di ogni genere, anche in periodi di magra, e non le considero spese inutili e superflue perché contribuiscono a tenere alto il morale, favorendo un positiva reazione alle difficoltà. C’è anche da tenere presente che il tutto comporta un ritorno lavorativo per imprese e personale.
    Ciao e grazie.