Crea sito

Domenica d’agosto

Da qualche giorno è veramente scoppiato il caldo: temperature sopra i 35 °C e umidità alta, in cielo niente nuvole e nemmeno scie. Tralasciando quel che dicono i ricercatori indipezzenti, che farneticano di riscaldamento ad opera di Haarp o di altr diavolerie elettromagnetiche (perchè nei secoli passati, notoriamente, ad agosto c’erano temperature sottozero…), ecco l’aspetto del cielo di venerdì mattina

quello di sabato

e quello di domenica

Dato il caldo ho anticipato la partenza per la passeggiata domenicale, esco di casa che il sole non è ancora salito sopra l’orizzonte e permane ancora un po’ di frescura notturna (relativa, il termometro, alle 7.15, segna 26 gradi)

Sarei proprio curioso di sapere quale istinto ha spinto queste chioccioline ad approfittare della notte per arrampicarsi su questo palo…
Questa carpa, ospite del laghetto di villa Manfrin, non sembra avere problemi col caldo

Oh si tratta di un pezzo di bestione lungo almeno 50 cm.
Un altro che non soffre il caldo è questo rettile

E a proposito di rettili: nessuno ha avvertito questo ankilosauro che dovrebbe essere estinto da 65 milioni di anni?

E ora un paio di contributi per contrastare il minimo di miaunder

questo ha l’aria più altera

Speriamo che l’ondata di caldo passi presto, anzi proviamo a chiedere aiuto a lui

San Nicolao, ovvero San Nicola, patrono di Bari che, col passare del tempo, è divenuto Santa Klaus, cioè Babbo Natale… se non ci fa un regalo lui…
E per concludere, visto che siamo di domenica e d’agosto, scateniamo Bobby

Comments

  1. agosto 22nd, 2011 | 14:20

    E ora un paio di contributi per contrastare il minimo di miaunder
    LOL, uno ti mostra la lingua, l’altro è inc****to, bella coppietta di gatti!

    A parte gli scherzi, bei posti e anche qui ancora più a NordEst manco una nuvola e cielo azzurrissimo (alla faccia dei soliti sciroccati).

  2. Margotti Street
    agosto 24th, 2011 | 10:05

    Bella panoramica sull’ambiente e sulla fauna locale.
    Interessante la rappresentazione di S.Nicola con i bambini salvati dal malvagio oste. Conosco questa leggenda, ma mi sembrava attribuita, forse erroneamente, a S.Biagio.
    Il video musicale non poteva che essere quello! Infatti, appena letto il titolo del post, mi è balzata alla mente la canzone e sarei rimasto deluso di non trovarla.
    Post, come sempre, bello e vario.
    Ciao.

  3. madblog
    agosto 24th, 2011 | 15:00

    I mici erano un po’ seccati, infatti avvicinandomi li ho disturbati dalla loro principale occupazione: dormire.
    Qui il caldo continua e il cielo è sempre azzurro anche se stamattina, all’alba, c’erano un po’ di nuvole che facevano sperare in una pioggia rinfrescante, ma poi sono sparite, sarà stato Haarp visto che scie e tankeroni non se ne sono visti, o forse semplicemente un po’ di vento che ha portato via tutto.
    Ciao

  4. madblog
    agosto 24th, 2011 | 15:03

    Mah, ti dirà che io la leggenda non la conoscevo, del resto sull’affresco, che si trova a Casale su una delle case in riva al Sile, è scritto chiaramente s.Nicolao, forse l’artista (peraltro ignoto) non aveva le idee molto chiare.
    Per il resto il sole pesta e sembra intenzionato a continuare ancora per qualche giorno, per evitare che il cervello si arrostisca esco la mattina all’alba e poi passo il resto del giorno al chiuso con l’aria condizionata.

  5. gennaio 8th, 2015 | 06:12

    Free Piano

    I beloved as much as you’ll obtain carried out right here. The sketch is tasteful, your authored subject matter stylish. nonetheless, you command get bought an nervousness over that you would like be delivering the following. sick unquestionably come f…