Crea sito

Sono deluso…

Il noto “commissario straket”, specialista in scie chimiche, scie comiche e identificazione dei disinformatori (ma considerata la situazione farebbe molto prima a dire chi, secondo lui, non è un disinformatore), è in caccia, sta sparando accuse a destra e a manca, ma non mi ha mai degnato di attenzione!!! Se va avanti così allo SMOM crederanno che non faccio il lavoro per cui mi pagano ben 6000 € mensili, magari mi riducono lo stipendio! Bisogna che mi dia da fare a disinformare di più.
Per intanto vediamo come sono andati i primi giorni della settimana:

Ecco il cielo di lunedì mattina, e di seguito quello di martedì

Minacciano temporali e sfracelli vari, invece niente, in entrambe le giornate c’è stato solo qualche trascurabile piovasco, pioggerellina tiepida che si è asciugata in pochi minuti.
Ma ecco mercoledì

Nella notte debbono essere passati centinaia di tankeroni che hanno spruzzato tonnellate di manganese, cobalto e polvere di lapislazzuli fatto sta che non si vede una nuvola, e nemmeno una scia e il colore sembra, direi, proprio azzurro.
forse sarà merito di una Sua raccomandazione…

O forse merito suo

Affresco fresco di restauro che, a occhio e croce, dovrebbe rappresentare S.Antonio di Padova con bambinello in braccio.
Visto che Antonio (a proposito, è il santo dei miracoli, se ci rivolgiamo a lui forse può fare qualcosa per un suo omonimo indipezzente)
ci protegge nel pomeriggio un salto a Padova per sbrigare un paio di faccende e fare una passeggiata per il centro.

Chiesa di San Nicolò, osservare il cielo martoriato dalle scie che distruggono i cumuli, lo stesso cielo si può osservare in Prato della Valle

e nella foto di questo canale

Ora siamo nel chiostro del convento del Santo (S.Antonio, naturalmente, il santo senza nome)

Osservate il cielo…ma un momento, sulla volta delle arcate è dipinto questo simbolo

L’orifiamma che, stando ai ricercatori indipezzenti, è il simbolo dei gesuiti! Cosa ci farà in un convento francescano? Vuoi vedere che a capo della congiura mondiale non ci sono i gesuiti ma i francescani (che tra l’altro esistevano da tre secoli quando i gesuiti sono stati fondati)?
Ecco degli argomenti degni di studio e di ricerca, vedremo se qualche ricercatore approfondirà l’argomento.
Per ora vi saluto. Visto che un paio di post fa ho parlato di “bolle spaziali” vi lascio con un brano musicale adatto:

Comments

  1. Margotti Street
    agosto 12th, 2011 | 10:26

    Non mi dire che sei geloso degli agenti smascherati! Il migliore agente per antonomasia è colui che riesce a mantenere l’incognito. Temo che agli altri verrà dimezzato lo stipendio, mentre tu continuerai a godere della paga intera.
    Tralascio le foto che sono sempre molto belle e significative e commento quell’affresco di S.Antonio “fresco di restauro”, ma quegli orridi genci piantati lì fanno parte integrante dell’opera? Sono dipinti o cosa? Attendo lumi.
    In quanto all’orifiamma francescano, avrai notato che all’interno c’è la scritta “pax”, mentre quello dei Gesuiti mostra il monogramma IHS. Forse i Francescani non sono ancora stati identificati proprio grazie a questo escamotage!
    Personalmente non mi è mai piaciuta Mina e allora… sono tornato a risentire quel brano dal Tenco di San Remo: “Ben venga maggio”. Anche se un po’ fuori stagione, è sempre molto gradevole.
    Ciao.