Crea sito

Archive for novembre 16th, 2014

Settimana così e così

Questa settimana è stata, in parecchie zone della penisola, disastrosa, pioggia, nubifragi, allagamenti, frane e chi più ne ha più ne metta. Qui è stata una settimana abbastanza ordinaria, è piovuto parecchio ma senza mai raggiungere livelli tali da provocare disastri e, cosa interessante, ci sono stati anche di momenti di bel tempo. Ma vediamo come è andata, partiamo da martedì:
martmat
Martedì mattina: piove, non forte, più che di una pioggia si potrebbe parlare di una pioggerella.
coniglipioggia
Per non bagnarsi il pelo questi tre si sono riparati sotto un albero, non è che ripari troppo dato che è quasi senza foglie, ma meglio di niente.
martpom
Martedì pomeriggio, continua la situazione della mattina: pioggia leggera ma continua.
mercmat
Mercoledì, al momento non piove, nuvole si avvicinano minacciose da ovest
mercpom
Mercoledì pomeriggio: tra uno scroscio e l’altro si fanno vedere squarci di azzurro.
giovmat
Giovedì mattina, nuovamente pioggia.
giovpom
Nel pomeriggio le cose cambiano, si fa vedere un timido sole.
conigli
Loro ne approfittano per asciugarsi un po’
giovpom2
giovpom3
Altre due immagini del giovedì pomeriggio, sembrano annunciare una bella giornata per venerdì.
venmat
Infatti ecco il venerdì mattina, sole e cielo azzurro.
venpom
venpom2
Il bel tempo dura anche nel pomeriggio.
Sabato: niente foto, partito la mattina per addentrarmi nella bolgia infernale della fiera dell’elettronica di Pordenone, tornato nel pomeriggio dopo aver rimediato un po’ di materiale e molte pestate di piedi. Dirò solo che nel pomeriggio ha cominciato a piovere ed ha piovuto buona parte della notte. Secondo le previsioni la pioggia dovrebbe continuare intensa anche la domenica, invece..
dommat
Poco prima delle 8, il sole sta sorgendo, sale una nebbia che, sarà colpa dei metalli igroscopici nanoparticellari, ha una leggera iridescenza.
dommat2
Cielo azzurro, percorso da nuvole.
dommat3
dommat4
Altri due scorci. Come mai non siamo stati bombardati dalla pioggia provocata dalle scie chimiche? Ma perché abbiamo chi ci protegge:
mazinga
Eccolo qui, Mazinga in persona che mette in fuga gli aerei che producono scie, ce l’hanno mandato apposta dal Giappone per la mostra “Giappone: dai samurai a Mazinga”. Beh ora il tempo si sta rannuvolando, almeno abbiamo avuto una bella mattinata, poi non si sa mai, Mazinga vigila.
micio
I mici locali continuano a starsene rintanati all’asciutto, accontentatevi di questo preso in prestito. E dato che tutti speriamo in cieli blu ecco un brano adatto: