Crea sito

Archive for luglio 3rd, 2010

venerdì pomeriggio, sabato mattina

Venerdì, ore 18, l’afa che ha imperversato sembra ridursi, anche perchè il cielo si è fatto nuvoloso e il sole è coperto, è il momento di uscire per fare 4 passi

anche lui sembra stremato dal caldo…

Bella facciata in stile gotico-veneziano, in vicolo S.Gregorio, il vicolo è talmente stretto che è impossibile riprendere tutta la facciata.

L’erma dei tre visi, copia di una statua un tempo collocata sulla scalinata del palazzo dei trecento, il collegamento della città con quest’essere dalle tre facce (un derivato di Giano bifronte?) è comunque antico come si può vedere qui:

Lettera miniata dal manoscritto degli statuti del Comune di Treviso.

Vicolo del duomo, le case e le strutture annesse risalgono non all’epoca dell’attuale duomo neoclassico, ma si sono salvate, assieme al battistero, al campanile e alla cripta, dall’incendio che nel XVI secolo distrusse l’antico duomo romanico.

Da bambino ho chiesto spesso a cosa servissero i due passaggi che collegano il duomo alle case retrostanti, uno zio, noto anticlericale, mi disse che servivano al vescovo e agli altri prelati per passare dal duomo a casa senza rischio di bastonature da parte dei fedeli….
Beh, per venerdì abbiamo finito, passiamo a sabato.
Ore 6, la giornata si preannuncia torrida, quindi meglio partire presto e tornare prima che il sole cominci a battere sul serio.

Primo incontro della mattinata, un contributo contro il minimo di miaunder.

Ed ecco uno scorcio del cielo, ad occhio e croce, con una valutazione approssimativa sembrerebbe azzurro, e non c’è traccia di scie…

Nei giorni passati ho commesso l’errore di portare qualcosa da mangiare (pane raffermo o pezzi di biscotti) ai paperi, ora questo bel tomo ed i suoi fratelli mi hanno circondato speranzosi…

Questi due piccoli di folaga sono più dignitosi…debbono essere nati da non più di 4 o 5 giorni come si può arguire dalla colorazione rossa della testa e del becco.

Un bello spazio fiorito sul canale dei Buranelli, sullo sfondo invece un orribile palazzo in stile pseudo medioeval rinascimentale, stile che deve essere stato molto apprezzato negli anni ’30 dato che edifici di questo tipo, dei quali non ho mai voluto sapere chi fosse il progettista, ce ne sono diversi, ma ne riparleremo in altre occasioni.

Il canale Roggia fiancheggiato dalal via omonima, il cielo è sempre azzurro, sono le 8 e il sole comincia a battere con forza, è tempo di rientrare, ma prima un saluto a questi signorini:

Un nido di rondini sotto il tetto, o sotto il portico di casa, porta fortuna.